Il maltempo che sta imperversando su tutta la penisola ha portato, oltre a freddo e neve, anche treni in ritardo o annullati e autostrade chiuse. "Big snow", la grande nevicata prevista da tutti i notiziari meteo, è arrivata puntuale e, altrettanto puntualmente, ha mandato in tilt i trasporti, soprattutto nel centro-nord, ma con ripercussioni anche in altre zone del Paese.

Maltempo: autostrade in tilt

Già dalle prime ore della mattinata, la situazione si è presentata difficile su tutta la rete autostradale del centro-nord. Il tratto appenninico dell'A1, è stato chiuso per permettere l'intervento dei mezzi spazzaneve, causando blocchi anche sulla viabilità ordinaria, dove si è riversato il traffico.

Stessa situazione su tutta la A13 Bologna-Padova e sulla A14 tra Bologna e Pesaro in entrambi i sensi di marcia. Molte situazioni di blocco del traffico sono state causate da mezzi pesanti senza catene, nonostante che il maltempo fosse stato ampiamente preannunciato, che si sono intraversati ostruendo la carreggiata.

Maltempo: treni in forte ritardo

La situazione è stata, se possibile, ancora più pesante per quanto riguarda la circolazione dei treni, soprattutto per i danni causati dal maltempo alla linea elettrica nei pressi di Bologna, nodo cruciale per tutta la circolazione sulle direttrici nord-sud e tirreno-adriatico. Per tutta la giornata, informa Trenitalia, sono state al lavoro oltre mille persone per cercare di attenuare i disagi per i viaggiatori e risolvere i problemi tecnici che hanno causato, in Emilia Romagna, l'annullamento di oltre il 35 per cento delle corse regionali.

I migliori video del giorno

Forti ritardi sono stati registrati anche dai convogli in circolazione sulla rete dell'Alta Velocità, accumulando ritardi anche oltre le due ore e qualche cancellazione. In relazione ai notevoli ritardi nella circolazione dei treni, il Codacons ha preannunciato un esposto nei confronti di Trenitalia per il risarcimento dei danni ai passeggeri. Sul sito di Trenitalia, intanto, si legge che l'azienda rimborserà interamente il costo del biglietto a tutti quei viaggiatori che decidessero di non partire, anche se il loro treno non è stato annullato.