Il mondo dello spettacolo è in lutto: morta a Roma dopo una lunga malattia l'attrice Monica Scattini. Era nata nella capitale nel 1956, figlia del regista Luigi Scattini. Molti i suoi ruoli cinematografici nei quali ha interpretato spesso, lo stereotipo della toscana benestante. La simpatia e la sua originalità nell'interpretare i vari personaggi l'hanno resa celebre in Italia e all'estero. Il suo primo film è del 1974, "Fatti di gente per bene" di Mauro Bolognini, a soli diciotto anni. Vince il Nastro d'Argento come attrice non protagonista qualche anno dopo, nel 1987, con l'interpretazione di Daniela nel film "Lontano da dove" di Stefania Casini e Francesca Marciaro.

Nel 1990 lavora con Luca Verdone, fratello del più noto Carlo Verdone, in "La Bocca". Non mancano collaborazioni con registi molto famosi come Dino Risi e Ettore Scola. Nel 1992 è nel cast di "Parenti Serpenti" di Mario Monicelli. Sempre nello stesso anno lavora con Carlo Mazzacurati in "Un'altra vita". Altro premio della sua carriera è stato il David di Donatello come miglior attrice non protagonista nel film "Maniaci sentimentali" di Simona Izzo. Nel 1996 è Gisella nel film di Duccio Camerini, "Bruno Aspetta in Macchina". Nel corso della sua vita ha preso parte, con dei piccoli ruoli, a grandi produzioni internazionali, tra i quali ricordiamo "Un Sogno Lungo Un Giorno" di Francis Ford Coppola, nel 1982. Queste produzioni le hanno permesso di lavorare al fianco di attori e attrici pluripremiati come Penelope Cruz, Nicole Kidman e Daniel Day Lewis.

I migliori video del giorno

L'ultima apparizione sul grande schermo è dell'anno scorso nel film "Una Donna Per Amica" di Giovanni Veronesi. Era diventata celebre in TV per il ruolo nella serie "Un Ciclone in Famiglia" con Massimo Boldi, "Lo zio d'America", con Christian de Sica e "Elisa di Rivombrosa". Dagli anni '90, si era dedicata in particolar modo alle commedie, le quali l'avevano fatta conoscere ad un pubblico più vasto.

Nella vita privata Monica Scattini è stata sposata per sedici anni con il collega Roberto Brunetti ma la loro storia si è conclusa nel 2011. Malata da tempo si è spenta oggi a Roma. Subito è arrivato il cordoglio da parte di amici e colleghi che l'hanno conosciuta.