Si è tenuto ieri mattina ad Arezzo il tanto atteso incidente probatorio di Padre Graziano, messo faccia a faccia con Ahmed Elmer, il marocchino ambulante di 24 anni che il 30 aprile dello scorso anno si sarebbe trovato a Ca' Raffaello in casa di Mirco Alessandrini e di sua moglie Guerrina Piscaglia.

Vacilla il castello di menzogne, Ahmed conferma la prima ipotesi in incidente probatorio

Il 24enne avrebbe confermato di non conoscere Guerrina, facendo così crollare tutto il castello di ipotesi di una probabile fuga d'amore con la casalinga toscana. Ha inoltre confermato davanti al Gip Piergiorgio Ponticelli, quello che aveva già dichiarato in precedenza - Ahmed Elmer - l'ambulante che il 30 aprile dello scorso anno bussò alla porta di casa Alessandrini a Ca' Raffaello, per vendere la sua merce, dopo aver venduto calzini agli Alessandrini padre Gratien gli avrebbe dato 5 euro, bevvero una birra in compagnia di Mirco, sua moglie Guerrina e Padre Graziano, quindi se ne andò.

Padre Graziano è arrivato in aula in abito da sacerdote, in ritardo rispetto all'orario in cui era stato convocato, il ragazzo marocchino - secondo indiscrezioni - avrebbe detto al sacerdote di essere "un bugiardo!". Il giovane marocchino ha inoltre ribadito di aver ricevuto da Gratien diverse telefonate, gli avrebbe infatti lasciato il proprio numero di telefono, in quanto sperava, che il sacerdote, lo aiutasse a trovare un lavoro. Ha però negato il fatto di aver parlato della signora Guerrina con Don Graziano.

La misteriosa scomparsa del testimone, Ahmed aveva paura

Nei giorni scorsi si erano perse le tracce di Ahmed, si ipotizzava che non si sarebbe presentato all'incidente probatorio, ma ieri mattina è arrivato in perfetto orario accompagnato dal fratello.

Il 24enne nei giorni scorsi era infatti stato in vacanza in Marocco e non sarebbe tornato in quanto avrebbe avuto paura, ha infatti dichiarato di aver ricevuto diverse telefonate anonime.

I migliori video del giorno

È stato il cugino, Mokhtar, a convincerlo a tornare in Italia per chiarire, davanti al Gip aretino, la sua posizione in questo giallo.

Gratien Alabi resta l'unico indagato per sequestro di persona o omicidio della Piscaglia, il suo legale - Luca Fanfani - ha detto espressamente che ad accusare il venditore ambulante di essere scappato a Gubbio con Guerrina sarebbe stato il marito della donna, Mirco Alessandrini, e non il suo assistito. Il marito della Piscaglia rimane indagato per falsa testimonianza ai PM. Assente Padre Faustin, sarà ascoltato a marzo.