Ci sarebbe un'altra verità che verrebbe fuori dalle intercettazioni di Michele Buoninconti. Le ultime notizie sul caso di omicidio di Elena Ceste muovono dalle ultime dichiarazioni rilasciate dal chirurgo e criminologo, Ursula Franco, la quale ha cercato di spiegare il motivo per cui, a suo avviso, la donna non soltanto non è stata uccisa da Michele, ma ha incontrato la morte per cause 'naturali'. Il criminologo fa parte del pool difensivo di Michele insieme agli avvocati Girola e Masoero e sta cercando di dimostrare agli inquirenti di aver frainteso le intercettazioni e di aver costruito una tesi accusatoria colpevolista a causa di una cattiva interpretazione psicologica delle parole del suo assistito.

Elena Ceste, ultime notizie 25-03: la tecnica investigativa del criminologo

Le ultime news sul caso di Elena Ceste rivelano come la difesa di Michele Buoninconti abbia una carta importante da giocare: la ricostruzione psicologica e criminologica sia dei comportamenti dell'uomo, sia dei comportamenti della donna uccisa. Il criminologo Ursula Franco sottolinea come il compito di chi fa il suo mestiere è di raccogliere quante più informazioni è possibile in vista di una ricostruzione logica dei fatti. Da medico, il criminologo ritiene che sia necessario lavorare su due elementi: il primo è l'analisi della psiche di Elena Ceste nelle ore e nei giorni che hanno preceduto la scomparsa, attraverso le dichiarazioni e le testimonianze di parenti e amici; il secondo è lo studio del linguaggio verbale e non verbale di Michele Buoninconti e soprattutto l'analisi dei suoi comportamenti a partire dal momento in cui sono stati ritrovati i resti della moglie.

I migliori video del giorno

Sulla base di questi elementi, è possibile costruire una nuova interpretazione dei fatti e, in definitiva, una nuova verità su quanto accaduto il 24 gennaio 2014.

Elena Ceste, ultime news 25-03: Michele sarebbe divorato dai rimorsi

Secondo Ursula Franco, è necessario ribaltare completamente la tesi della Procura di Asti ed è possibile farlo mediante l'analisi del comportamento di Michele Buoninconti. Le ultime notizie sul caso di Elena Ceste sembrano indicare quale sarà la strategia difensiva che il pool di difensori sta mettendo in campo: Michele non soltanto sarebbe completamente innocente, ma sarebbe afflitto da un profondo senso di colpa e da un rimorso costante che non gli permetterebbe di vivere serenamente.

Al centro della ricostruzione, c'è una nuova interpretazione delle intercettazioni: Michele, infatti, ripete continuamente di essere stato, il giorno della scomparsa di Elena Ceste, proprio nel luogo dove poi sarebbe stata ritrovata e non riesce a perdonarsi il fatto di non averla salvata.

Questo elemento, anche se di carattere psicologico, potrebbe essere l'arma in più della difesa nel processo che vede indagato l'uomo per omicidio e occultamento di cadavere.

È tutto con le ultime news sul caso di Elena Ceste. Per ricevere aggiornamenti su questo e altri casi di cronaca nera, cliccate su "Segui" in alto sopra il titolo dell'articolo.