In rete è spuntato un nuovo documento jihadista scritto in italiano e destinato alle comunità musulmane che vivono nel nostro paese. Ci sono i frigoriferi gratuiti per le famiglie, i servizi sanitari, l'arte islamica e perfino i servizi per la tutela del consumatore; c'è la polizia municipale per dirigere il traffico e pure la polizia che ordina il bene e proibisce il male secondo i dettami della Shari'a naturalmente. Stiamo parlando del Califfato instaurato tra Siria e Iraq con la sua capitale Raqqa, che stando alla propaganda si presenta come una città modello.

La propaganda appunto, la nuova forza di questo moderno jihadismo, che ambisce alla conquista dell'occidente. Per il momento è presente a macchia di leopardo sui vari luoghi in cui spadroneggiano le dittature ed i conflitti, ma questo documento, il primo che si conosca interamente redatto in italiano, è una valida testimonianza di come l'Isis tenti di adescare nuove reclute un po' dappertutto.

Il tutto potrebbe essere stato preparato da miliziani italiani

"Lo scritto potrebbe essere stato elaborato da soggetti legati all'Italia, forse addirittura da alleati dei terroristi provenienti dall'Italia" ha scritto il sito Wikilao, che ha pubblicato il documento spiegando come esso sia stato intercettato nel mese di Novembre dai servizi segreti.

Intanto mentre alcune navi militari italiane, come la San Giorgio, salpate da Taranto e La Spezia stanno facendo rotta verso la Libia, pronte ad intervenire in caso di necessità, le informazioni che indicano il nostro paese come possibile obiettivo di attacchi terroristici da parte del Califfato, sembrerebbero trovare conferma nelle sessantaquattro pagine in italiano corretto firmato da: "Il vostro fratello italiano in Allah, Mehdi".

Quale sia la sua reale identità non è dato saperlo, del resto è un nome comune su cui ancora si sta indagando, che ci vuole assicurare anche che le donne nel suo regno vengono trattate bene, a riprova che la propaganda ha il potere di far credere di tutto.

Segui la nostra pagina Facebook!