Un’immagine agghiacciante catturata da una famiglia australiana sta attirando su di se l’attenzione mediatica dei curiosi e degli appassionati. Kim Davison e la sua famiglia stavano allegramente nuotando in un fiume e per immortalare quel momento hanno deciso di scattare una foto. Riguardando però l’immagine si sono accorti che una presenza inquietante appare alle loro spalle. Si tratta di un fantasma?

Ci troviamo nel Queensland, uno stato dell’Australia situato nella parte nord-orientale del paese, e l’immagine catturata è da brividi.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Cronaca Nera

Kim Davison inoltre sostiene che la gamba della figlia è stata afferrata da qualcosa nel fiume. Alcuni abitanti del luogo sostengono che l’immagine spettrale possa appartenere a Doreen O’Sullivan, una ragazza di 13 anni annegata in quel fiume nel 1915.

Coincidenza? Fantasma? Suggestione?

Al momento dello scatto nessuno di loro si è accorto di niente e l’immagine inquietante ha scaturito ancora più terrore quando si è saputo della morte di questa giovane ragazza annegata proprio in quel fiume. Spesso la suggestione in questi casi gioca brutti scherzi, ma rimane il fatto che un’immagine irrazionale è realmente presente nella foto della famiglia Davison.

Nello scatto fotografico si può notare la presenza di Jessie Lu, la moglie di Kim, i 3 figli ed una donna amica di famiglia. A chi appartiene il volto misterioso alle loro spalle? Le ipotesi sono diverse e non avendo una risposta pragmatica la fantasia ha preso il sopravvento. L’immagine sembra mostrarci un volto molto bianco e con occhi scuri e due forme su entrambi i lati della testa.

I migliori video del giorno

L’annegamento di Doreen O’Sullivan.

Doreen O’Sullivan, una ragazza di 13 anni, è annegata in quello stesso fiume nel 1913. Il Brisbane Courier, un giornale locale, ha raccontato che proprio in quelle acque il 22 novembre del 1913 una bambina è annegata in circostanze misteriose. Si trattava della piccola Doreen O’Sullivan, figlia di Mr. James O’Sullivan, che nonostante il divieto di fare il bagno si tuffò nell’acqua, finendo per perdere la vita. Il corpo di Doreen venne ritrovato dopo circa un’ora, per via della profondità del fiume, circa 20 metri.

Kim Davison, dopo aver osservato molto attentamente le immagini, si è ricordato di aver notato degli strani avvistamenti proprio dentro il fiume. Inoltre dopo essersi tuffato per rinfrescarsi ha sentito qualcosa dietro le sue spalle, ma in quel caso ignorò il tutto. Davison sostiene che due esperti del paranormale, dopo aver guardato le foto e svolto alcune indagini, sarebbero giunti alla conclusione che possa trattarsi realmente di un fantasma.

La notizia è stata riportata dal Mail Online ed in Italia anche dal Mattino.It.

L’argomento paranormale porta evidentemente a pareri discordanti e gli scettici parlano di spruzzo d’acqua o semplicemente parlano dell’occhio umano che vede ciò che vuole vedere. La famiglia Davison certamente ricorderà a lungo quel pomeriggio e siamo sicuri che difficilmente li vedremo nuotare nuovamente in quel fiume. Fantasma o no probabilmente è meglio stare alla larga da quel posto!