Dopo aver appurato che le ossa ritrovate in un cimitero di Sestino, in provincia di Arezzo, non appartengono a Guerrina Piscaglia, il giallo che ruota attorno alla donna 50enne di Ca' Raffaello si infittisce sempre di più. Che fine ha fatto Guerrina? Gli investigatori continuano a cercare la verità senza trascurare alcuna pista. Se finora le ultime news sul caso avevano fatto ipotizzare l'intenzione degli inquirenti di prediligere la strada dell'omicidio, anche quelle del suicidio e dell'allontanamento volontario restano perfettamente percorribili alla luce delle ultime novità.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Cronaca Nera

Ecco quali sono le ipotesi al vaglio degli investigatori che indagano sul giallo.

Guerrina Piscaglia: che fine ha fatto la donna?

Guerrina Piscaglia è ancora viva? E' questa la domanda al centro dell'attenzione in riferimento al giallo della donna scomparsa da Ca' Raffaello lo scorso 1 maggio.

Dopo la news sulla conferma che le ossa ritrovate dai Carabinieri nel cimitero a pochi chilometri dal luogo della scomparsa non sono quelle di Guerrina bensì di un uomo, inevitabilmente si apre la strada ad altre piste potenzialmente percorribili. L'ipotesi dell'omicidio resta al momento la più attendibile, ma non si esclude che possa essersi trattato di suicidio piuttosto che di un allontanamento volontario. A far vacillare quest'ultima teoria sarebbero però le dichiarazioni di una donna vicina a Guerrina, la quale avrebbe raccontato alla trasmissione Pomeriggio Cinque le sue impressioni in merito all'amica, poco prima della sua scomparsa, definendola ben vestita, ben pettinata e serena.

Tuttavia, Guerrina Piscaglia difficilmente avrebbe optato per l'allontanamento volontario poiché non avrebbe mai potuto abbandonare il figlio, affetto da importanti problemi di salute: "Era legata al figlio.

I migliori video del giorno

'Io ho solo lui', mi diceva", ha raccontato l'amica. Proprio il figlio 23enne Lorenzo rappresenta il motivo per il quale si escluderebbe anche l'ipotesi del suicidio. Chi la conosce bene è pronto infatti a giurare che in Guerrina Piscaglia non vi fosse alcun desiderio né di togliersi la vita né di allontanarsi dai suoi affetti. Resta dunque apertissima la strada dell'omicidio in merito alla quale Padre Graziano - unico indagato - ricoprirebbe un ruolo di primo piano. Secondo le ultime news, infatti, il prete congolese sarebbe ancora in un luogo religioso segreto ma non si troverebbe né in Toscana né in Umbria, in attesa del provvedimento che potrebbe contemplare anche l'arresto come peggiore delle ipotesi. Se volete conoscere tutte le novità sul mistero della donna di Ca' Raffaello, vi consigliamo di cliccare sul tasto "Segui" in cima a questa news.