Era ampiamente previsto che con l'arrivo di diversi No Global a Milano iniziassero le manifestazioni "No Expo", infatti un corteo di antagonisti si è radunato in Largo Cairoli e alcuni di loro hanno occupato la Torre Expo Gate. Momenti di grande tensione si sono vissuti intorno alle 10,30. Due persone mascherate e con cappuccio sulla testa si sono arrampicate sul monumento a Garibaldi per issare un cartello con una scritta contro l'Expo, nello stesso momenti altri ragazzi si arrampicavano su una torre Expo Gate, per esporre un altro cartello che qualificava l'esposizione internazionale come "una grande bufala"

Poco prima i ragazzi in corteo scandivano i loro slogan al microfono "Nutrono il Pianeta con Mac Donald e Coca Cola".

Le forze dell'ordine in tenuta anti-sommossa, procedevano accanto ai manifestanti, ma nonostante la loro presenza, in Via Broletto veniva imbrattata la sede di Enel e venivano imbrattate anche le telecamere dei giornalisti che, nonostante i fumogeni, cercavano di riprenderli. In Piazza Cordusio è stata presa di mira la sede di Unicredit, con una vernice rosa è stata apposta la scritta "Expo-Mafia" proprio davanti alla Banca

Corteo studenti a Milano: tensioni all'Expo Gate

Nei giorni scorsi si erano svolte diverse perquisizioni al Giambellino ed erano stati fermati una ventina di ragazzi in possesso di mazze, catene, bombe carta, il materiale era stato sequestrato e i ragazzi rilasciati, a quanto pare non è bastato. Alcuni abitanti del Giambellino si sono schierati in difesa dei giovani che, secondo loro, erano assolutamente pacifici e passavano i loro pomeriggi a far fare i compiti ai loro figli e a preparare loro la merenda, diciamo pure che una buona azione non ne esclude una cattiva.

I migliori video del giorno

Il corteo di questa mattina potrebbe essere solo un assaggio di quanto previsto per domani pomeriggio, quando da tutta la città migliaia di ragazzi tenteranno di raggiungere Expo per gridare la loro rabbia verso una Esposizione che loro ritengono solo una grande bufala, proprio come hanno scritto oggi sui loro cartelli.