Nell'ultima puntata del noto programma Rai Chi l'ha visto? la conduttrice Federica Sciarelli ha mostrato le immagini-video dell'automobile appartenente alla giovane vittima di una mano assassina ancora sconosciuta. Questa vittima si chiamava Teresa ed era la fidanzata di Trifone Ragone. Queste immagini sono importanti, in quanto l'automobile di Teresa, una Suzuki Alto, è stata ripresa dalle telecamere di controllo del traffico all'incrocio della SS13, con via Montereale di Pordenone. Questo video è significativo, in quanto il giorno in cui Teresa è stata uccisa assieme al suo fidanzato, aveva detto di avere un appuntamento a pranzo. Di mattina con questa automobile lei era andata ad accompagnare il fidanzato alla caserma in cui quest'ultimo lavorava, poi era tornata indietro verso Pordenone.

Teresa aveva detto al datore di lavoro , che aveva da fare assieme al fidanzato a pranzo, una cosa inaspettata, ma in realtà questo appuntamento con Trifone non c'è mai stato.

Perchè Teresa e Trifone sono stati uccisi?

Tra tutti i gialli venuti fuori negli ultimi anni, quello di Teresa e Trifone è probabilmente il più enigmatico e pieno di rebus. Tale caso, nonostante le indagini stiano proseguendo alacremente, rimane ancora irrisolto; le ipotesi investigative sono sempre le stesse: passione, gelosia, ricatto, estorsione, traffici pericolosi e vendetta. Ipotesi queste, che salgono e scendono a turno, nessuna però che prenda il sopravvento sulle altre. Si ha comunque l'impressione di ricominciare sempre dal punto di partenza, eppure allo staff di Chi l'ha visto? un investigatore impegnato nelle indagini ha confidato: "Noi siamo ottimisti, la soluzione del mistero non è lontana ed è racchiusa quì dentro".

I migliori video del giorno

L'investigatore ha dichiarato ciò mentre indicava i faldoni dei tabulati telefonici, delle trascrizioni dei messaggi su Facebook e dei verbali dei numerosi interrogatori realizzati dalla sera del 17 Marzo.

L'investigatore ha poi concluso dicendo: "Bisogna avere pazienza, è solo questione di tempo, prima o poi incastreremo tra loro i dati giusti ed arriveremo alla verità". Dunque non resta che capire in quale angolo di questa intricata storia debbano essere cercati utili indizi per arrivare alla pura verità dei fatti, partendo da quella tragica sera, in cui è stato versato del sangue innocente. Quella sera, poco prima dell'omicidio, la giovane Teresa era molto nervosa, non si sa però il motivo reale di tale nervosismo; probabilmente quando si scoprirà il motivo dell'uccisione dei due ragazzi, si svelerà anche questo ulteriore arcano, si spera al più presto.