Le ultime news sul caso di Yara Gambirasio riguardano l'istruzione dell'udienza preliminare che vedrà l'imputato Massimo Bossetti, accusato di omicidio pluriaggravato e di calunnia nei confronti di un collega di lavoro, comparire dinanzi al gup Ciro Iacomino. La data fissata è il 27 aprile e l'udienza si terrà presso il Tribunale di Bergamo: si tratta di un momento decisivo per la eventuale prosecuzione del processo, il giudice dovrà decidere se rinviare a giudizio l'indagato e dunque dare avvio all'iter processuale oppure sanzionare il non luogo a procedere e dunque ritenere Bossetti del tutto estraneo agli avvenimenti.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Cronaca Nera

Yara Gambirasio, ultime news 08-04: Bossetti e il problema sicurezza

Secondo quanto riportano le ultime notizie sul caso di Yara Gambirasio sul noto quotidiano Il Giorno, si prevede per l'udienza preliminare nei confronti di Bossetti l'arrivo di molti giornalisti della stampa nazionale e internazionale, ma anche l'affluenza di moltissimi curiosi.

Si teme, allora, che possa succedere qualche "incidente", dal momento che il caso fa molta presa sull'opinione pubblica. Il presidente del Palazzo di Giustizia, Ezio Siniscalchi, ha organizzato un vero e proprio servizio d'ordine, affidato alla società Security Group, e probabilmente chiederà anche l'intervento delle forze dell'ordine. Per evitare qualsiasi possibilità di disordini, si starebbe anche studiando un percorso alternativo da far attraversare all'indagato Bossetti per evitare che cammini dinanzi alla folla di curiosi e giornalisti. Il problema non riguarda, però, soltanto l'indagato ma anche i suoi familiari, la madre e la moglie, che potrebbero essere "infastiditi" pesantemente dalla folla.

Yara Gambirasio, ultime news 08-04: Bossetti, quali prospettive?

Le ultime notizie sul caso di Yara Gambirasio riguardano l'udienza preliminare che si terrà alla fine di aprile nei confronti dell'unico indagato, Massimo Bossetti.

I migliori video del giorno

Ma quali sono le richieste dell'accusa e della difesa? Il pm Letizia Ruggeri ritiene di aver trovato un insieme di prove che inchioderebbero il muratore di Mapello e dunque la richiesta sarà quella del rinvio a giudizio: l'accusa, infatti, si farà forte della prova del DNA e della prova delle immagini delle telecamere che avrebbero ripreso il furgone di Bossetti nei pressi della palestra di Yara proprio il giorno della scomparsa e dell'omicidio. La difesa dell'indagato, invece, affidata a Claudio Salvagni e Paolo Camporini, presidente della Camera Legale di Lecco e Como, chiederà il non luogo a procedere, dal momento che le prove raccolte non sono così chiare come si pretende, sia quella del DNA sia quella delle immagini delle telecamere. Nel caso il giudice dovesse decidere per il rinvio a giudizio, avrà avvio il processo ordinario in Corte d'Assise.

È tutto con le ultime news sul caso di Yara Gambirasio. Per ricevere aggiornamenti sui principali casi di cronaca nera, il suggerimento è cliccare su "Segui" in alto sopra il titolo dell'articolo.