Sono passati diversi mesi dal giorno in cui venne ritrovato il corpo di Elena Ceste, la mamma di Costigliole d'Asti di cui si erano perse definitivamente le tracce, fino a quando i suoi resti furono rinvenuti all'interno di un canale di scolo che si trovava a pochissima distanza dall'abitazione dove la donna viveva col marito Michele e i suoi quattro figli. Dopo diverse indagini, la Procura di Asti si dice convinta del fatto che ad uccidere Elena sia stato il marito Michele Buoniconti, il cui racconto di quel giorno della sparizione della moglie ha sempre presentato una marea di lacune e controsensi. Proprio per questo motivo le ultime news ad oggi 26 maggio sul caso della Ceste rivelano che il Gip ha deciso di procedere con il rito abbreviato: le prove raccolte in questi mesi contro Michele sarebbero necessarie per poter procedere col processo, dove dovrebbe essere sancita la colpevolezza dell'uomo.

Ultime news Elena Ceste: il racconto choc su Michele

In attesa di vedere cosa succederà il prossimo luglio quando Michele verrà sottoposto al rito abbreviato, le ultime news ad oggi su questo intricato caso di Cronaca Nera arrivano anche da una testimonianza di una vicina di casa della coppia, riportata dal settimanale Giallo. La signora Nicole ha raccontato agli inquirenti che la mattina della scomparsa di Elena, Michele le citofonò per sapere da lei se aveva visto in giro sua moglie. In quella circostanza, la donna racconta che ci fu un episodio che la lasciò particolarmente basita: ad un certo punto della loro conversazione, Michele scoppiò a ridere. Un attegguiamento decisamente anomalo per un uomo preoccupato e ansioso che sta cercando sua moglie di cui si sono perse le tracce.

I migliori video del giorno

Le ultime news sul caso di Elena Ceste, inoltre, rivelano che la donna avrebbe confessato sempre alla sua vicina di casa che nell'ultimo periodo Michele era diventato a dir poco ossessivo: la controllava continuamente e non le permetteva di rispondere a telefonate ed sms che le arrivavano dai suoi amici. Insomma Michele era diventato un vero e proprio "padre padrone" per sua moglie, che a quanto pare cominciava ad essere stufa.