Carlo Maria Maggi e Maurizio Tramonte: questi i nomi degli unici condannati, in quanto mandanti, per la strage di piazza della Loggia. Maggi, che oggi ha 81 anni, è un medico che, insieme a Franco Freda, copriva l'incarico di responsabile della costola veneta del movimento neofascista Ordine Nuovo. Sul suo curriculum spiccano la condanna a 12 per la strage di Peteano, quella a 9 per ricostituzione del partito fascista e l'ultima, fresca fresca, all'ergastolo per la strage di Brescia. Il medico è stato invece assolto per la strage di piazza Fontana e per l'attentato contro la questura di Milano. Troppo in là con gli anni, Maggi non finirà in prigione.

Fonte Tritone, che oggi ha 63 anni, era un collaboratore dei servizi segreti. Il suo vero nome è Maurizio Tramonte. Prima di diventare un informatore del Sid - servizio informazioni difesa - era stato militante del Movimento sociale italiano. Per la Cassazione, Tramonte non era un semplice informatore. La sua assoluzione - come quella di Maggi, del resto - era stata giudicata "ingiustificabile e superficiale" tanto da portare a un appello bis.