In Florida un uomo è stato condannato a 2 anni e mezzo di prigione per aver fatto sesso in spiaggia, con la sua fidanzata, in pieno giorno, a Bradenton Beach. L'episodio si è verificato poco tempo dopo una vicenda di violenza sessuale nella spiaggia di Panama City Beach.

Jose Caballero, preparatore atletico di 40 anni rischiava una condanna da i 50 giorni ai 15 anni, diventati 2 e mezzo a causa dei precedenti penali, essendo stato già condannato qualche anno fa per contrabbando di cocaina. La donna che si stava intrattenendo con lui, la cameriera di 20 anni Elissa Alvarez, se l'è "cavata" con una segnalazione sul registro dei reati sessuali degli Stati Uniti che viene pubblicato on-line, visto che era incensurata.

Lo svolgimento dei fatti

A maggio i due erano stati formalmente accusati di "comportamenti lascivi e indecenti in pubblico" perché in pieno giorno, si sono lasciati andare ad effusioni molto spinte in una spiaggia affollata, in presenza di famiglie con bambini e minorenni.

Molte persone presenti sul posto si sono scandalizzate e allarmate, soprattutto una mamma lì presente con i suoi figli (che a quanto pare avrebbe chiesto alla coppia di darsi una calmata, ma sarebbe stata ignorata) e una nonna che si trovava in spiaggia insieme al nipote, a pochi metri dalla coppia, che ha filmato tutto per avere prove da dare alla polizia che lei stessa e altri presenti hanno chiamato.

All'arrivo della polizia la coppia si è dimostrata sorpresa, e in fase pre-processuale sono state offerte delle proposte per il patteggiamento, che la coppia ha rifiutato nonostante prove schiaccianti come il video.

Il processo

La testimonianza della signora che ha girato il video, che è diventato virale in rete così quanto è diventato una prova chiave nel processo, si è rivelata cruciale in tribunale insieme a quella di altri turisti che hanno assistito alla performance sessuale della coppia, in spiaggia. La difesa della coppia, dell'avvocato Ronald Kurpies, era incentrata sul fatto che sul video non si vedessero gli organi genitali della coppia e che i due stessero "ballando", in modo magari un po' troppo sexy, ma stavano solo ballando.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Cronaca Nera

Il pubblico ministero Antonio Dafonseca ha risposto che dire che hanno ballato è un'offesa all'intelligenza, essendosi lui stesso espresso in fase preliminare, auspicando una condanna esemplare per scongiurare il ripetersi di questo tipo di reati. Il verdetto finale di 2 anni e mezzo, dopo che la coppia era stata già multata di 300 dollari, servirà da deterrente, o forse no? In Italia, cosa sarebbe successo?