Le autorità cinesi hanno sequestrato più di 100.000 tonnellate di carne di contrabbando alcune delle quali risalenti a più di 40 anni fa, secondo i media di stato. Il valore della carne congelata si aggira intorno ai 483 milioni di dollari, sequestrata a livello nazionale.

'Era puzzolente e ho cercato di trattenere il vomito quando ho aperto la porta' dice un funzionario della provincia di Hunan, dove sono state sequestrate 800 tonnellate. Le grandi quantità di pollo, manzo e maiale sono state sequestrate in tutto il paese in una operazione volta a indebolire il settore del contrabbando. 14 le gang arrestate a livello nazionale, come riporta il China Daily.

Accadeva nel 1970

Secondo i rapporti, la carne ha subito più volte il congelamento a seguito di scongelamento a causa del trasporto. I contrabbandieri acquistano in paesi stranieri, come Brasile e India, e rivendono la carne sul territorio ad un prezzo maggiore. Per risparmiare ulteriore denaro, il cibo viene trasportato in furgoni sprovvisti di refrigerazione.

A rischio la salute dei consumatori 

Non è di certo il primo episodio che vede la Cina protagonista di tali fatti, ricordiamo il più notevole, lo scandalo del latte 2008, in cui 54.000 bambini sono stati ricoverati in ospedale dopo aver bevuto latte artificiale adulterato con una sostanza chimica dannosa, la melamina. 

Più di recente, la Shanghai Husi Food Co Ltd è stata chiusa per aver venduto carne scaduta alle filiali cinesi di catene internazionali come Starbucks, Burger King e McDonalds.

I migliori video del giorno

Un servizio televisivo mandato in onda sui canali nazionali, mostrava come gli operai mischiavano carne ormai scaduta con prodotti più freschi.

Non è la prima ma speriamo che sia l'ultima 

Manzo, pollo, anatra e altri animali macellati, imballati e conservati più di 40 anni quando il paese era ancora sotto il dominio del padre fondatore della Cina comunista Mao Zedong, che morì nel 1976. La scarsa la sicurezza alimentare è una delle principali preoccupazioni in Cina, dove le norme lasciano a desiderare e gli scandali che coinvolgono i prodotti contaminati sono comuni.