La giovane mamma condannata a 14 anni di reclusione per aver aggredito con l’acido il suo ex fidanzato dopo l’emozionante abbraccio e incontro con il figlio ha chiesto di poter essere trasferita insieme con il piccolo nella comunità Exodus, e il legale di Martina Levato nel corso della settimana presenterà un’istanza al pm Marcello Musso e al Tribunale dei minori e l’accettazione d’accoglienza da parte della comunità don Mazzi.

Martina Levato chiede di stare con il figlio: ‘Mandateci da Don Mazzi’

Ad ogni modo, il prete il quale ha già pubblicamente dichiarato di essere pronto ad accogliere la giovane mamma e il suo bambino in quanto per lui tutti possono essere salvati , e secondo quanto reso nota dal TgCom24 il legale della 24 enne, in reclusione all’Icam, l’Istituto per le madri detenuti, ha chiesto di poter far vedere il figlio anche al padre, Alexander Boettcher, condannato a 14 anni per l’aggressione con l’acido a William Pezzullo.

Il neopadre detenuto aveva fatto nei giorni scorso una richiesta formale di poter riconoscere il figlio nato il 15 agosto ma di non aver potuto ancora formalizzare la paternità, intanto la difesa ha presentato un’istanza al Tribunale di Milano per chiedere l’autorizzazione a vedere il figlio, tuttavia il Tribunale di Milano, in queste ultime ore ha respinto la richiesta di visita di Alexander al figlio.

Nel frattempo la 24 enne neo mamma e il figlio sono ancora nella clinica Mangiagalli, che in queste ore invierà formalmente al Tribunale di Milano, all’Icam e al Tribunale dei Minori che Martina e il figlio sono “dismissibili” , tuttavia la direzione sanitaria dell’ospedale ha ricevuto la disposizione dal Comune di Milano di trattenne ancora qualche giorno madre e figlio.

Intanto la difesa cercherà di non far separare la madre e il figlio e richiederà il trasferimento verso una struttura più idonea alla giovani madri detenute come la comunità di don Mazzi, la stessa che sta accogliendo anche Fabrizio Corona, e il prete nelle ore scorse ha pubblicato sul Famiglia Cristiana che mamma Martina merita una seconda possibilità e ha precisato che l’amore e l’innocenza di un bambino possano fare il miracolo per Martina.

I migliori video del giorno

La madre di William, sfigurato con l’acido: “ Se potesse vedersi si ammazzerebbe”

Intanto la vittima, il 26 enne, residente a Travagliato in provincia di Brescia, sfigurato con l’acido per futili motivi dall’assurda e incomprensibile vendetta della ex, ha perso l’occhio sinistro e il 90% di quello destro, le orecchie e non sente più, inoltre William Pezzullo ha perso ogni autonomia e ha avviato le pratiche per ottenere la pensione di invalidità al 100%, che gli consentirà di vivere con 400 euro al mese, e secondo le indiscrezione di BresciaToday la madre Fiorella Grossi ha dichiarato che è meglio che il figlio non possa vedersi ora, altrimenti si ammazzerebbe.

 

Se volete rimanere aggiornati sulle notizie di cronaca nera v’invitiamo a cliccare su “Segui” sotto il titolo dell’articolo.