Scoperto un "laboratorio" per la coltivazione e la lavorazione di marijuana nelle campagne di Caltanissetta, in contrada “Manca Sabucina”, nell’ambito di un’attività di prevenzione effettuata degli agenti della Squadra mobile nissena. Sospettando che ci fosse droga nella casa di campagna di un ventinovenne, già noto alle forze dell’ordine, i poliziotti procedevano a una perquisizione, trovando una serra, materiale per l’essiccazione, sacchetti, poco più di due grammi di marijuana e sostanze per “tagliare” cocaina.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Politica

Trovati anche dei calendari in cui sarebbero state annotate operazioni relative alla quantità di concime da utilizzare e alle modalità di coltivazione. Da tali appunti sarebbe emerso anche un altro particolare su un raccolto programmato fra qualche mese, a dicembre.

Quale destinazione per quella droga, dopo le fasi di produzione e lavorazione? Questo è l’interrogativo che avvolge il caso.

In un'altra operazione, arrestato algerino con 300 grammi di hashish

In un altro intervento, i poliziotti della sezione Volanti hanno fermato un cittadino algerino, trentasettenne, domiciliato nel capoluogo nisseno, a conclusione di un inseguimento. Durante un controllo, in piazza Calatafimi, nel centro storico, l’uomo mostrava segni di nervosismo, poi sferrava un calcio a un poliziotto e si dava a una fuga precipitosa. Proprio in quei frangenti l’immigrato si sarebbe disfatto di un borsello, poi recuperato. All’interno c’erano tre panetti di hashish, complessivamente 300 grammi, e un coltello. Dopo una perquisizione personale, sono stati trovati trecentoventi euro.

I migliori video del giorno

A casa, invece, è stato rinvenuto un bilancino. Indagato per detenzione e spaccio, il protagonista della vicenda è stato rinchiuso in carcere, a disposizione dell’autorità giudiziaria.

L’agente colpito a una gamba è stato trasportato al Sant’Elia, prognosi di una settimana. Proseguono i controlli in tutto il territorio. Negli ultimi trenta giorni, oltre mezzo chilogrammo di stupefacenti sotto sequestro, in prevalenza hashish, poi marijuana e cocaina. Scattate venticinque denunce, due gli arresti portati a termine.