Torna a tremare la bella terra di Calabria portando non poca preoccupazione nei suoi abitanti. I sismografi hanno infatti registrato una nuovascossa di Terremoto nella provincia di Cosenza. La scossa è stata avvertita nella notte del 25 settembre ed aveva magnitudo 2.9 della scala Richter. Vediamo nel dettaglio i dati emersi.

Scossa da 2.9 di magnitudo

La scossa di terremoto che è stata registrata stanotte nel cosentino aveva magnitudo 2.9 e l'epicentro è stato tra i comuni di Belsito, Paterno Calabro e Malito. A dare notizia della forte scossa sono stati i sismografi dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, l'INGV.

Il sisma è stato avvertito nella notte alle ore 01:41 ed ha avuto un ipocentro pari a 8 chilometri. Per quanto riguarda invece l'epicentro è stato localizzato a 11 chilometri a sud della provincia di Cosenza ed è stato avvertito anche a Dipignano, Marzi, Santo Stefano di Rogliano, Mendicino, Lago e comuni limitrofi.

Non sono stati segnalati danni a cose o persone e la situazione è rimasta inalterata. Tanta è stata la paura delle persone dei comuni interessati che sono state svegliate nel cuore della notte dal forte boato.

I metodi per segnalare il terremoto

Quando avvertite il terremoto e volete segnalarlo agli esperti, potrete affidarvi direttamente all'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. In particolare esso dispone di un nuovo servizio, facile ed efficiente, per dare notizia dei sismi. Il servizio di chiama 'Hai sentito il terremoto' ed è già molto utilizzato dagli italiani. Nella notte infatti sono state ben 20 le segnalazioni arrivate all'istituto e la maggior parte provenivano tutte dalla città di Cosenza.

Gli esperti invitano comunque alla prudenza e non lasciarsi prendere dal panico in momenti delicati come questi.

Davvero te la sei persa?
Clicca il bottone sotto per rimanere aggiornato sulle news che non puoi perdere, non appena succedono.
Terremoto

Cercare di restare calmi è senza dubbio il modo migliore per affrontare un sisma. In attesa di ulteriori dettagli su quanto accaduto vi invitiamo a restare connessi con noi, cliccando sul tasto segui posto in alto accanto al nome dell'autore dell'articolo.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto