Dopo sei mesi di indagini sul delitto di Trifone e Teresa, con più di cinquanta uomini impegnati a cercare di capire l'esatta dinamica dei fatti e alla ricerca del killer, ora si è giunti forse ad una svolta importante. Nelle ultime ore il Corriere della Sera, ha pubblicato un articolo, con il quale viene annunciato che gli investigatori hanno indagato una persona.

Abbiamo un'idea seria

La notizia è stata data dal Procuratore Capo di Udine, Marco Martani il quale ha dichiarato:' Abbiamo un'idea seria, ma di più non posso dire...anche per non dare vantaggi al killer', queste sono state le lapidarie parole che hanno annunciato l'iscrizione nel registro degli indagati, di un uomo che per il momento rimane anonimo.

L'indiscrezione che circola in queste ore, è che molto probabilmente non esiste un mandante, questo significa che il killer non ha agito su commissione, ma su propria iniziativa. Questa significativa svolta investigativa, sembra essere legata al ritrovamento del caricatore nel lago di San Valentino, nei giorni scorsi, da parte dei sommozzatori. Il caricatore è risultato perfettamente compatibile con una pistola calibro 7,65 la stessa arma usata per uccidere i due fidanzati. Trifone e Teresa sono stati freddati infatti davanti alla palestra nella quale si allenavano, lo scorso 17 marzo, con sei colpi sparati a bruciapelo, senza neanche dare la possibilità ai due giovani di rendersene conto. Un delitto eseguito alla perfezione, ma dopo sei mesi sembra che le indagini sono entrate nella giusta direzione.

I migliori video del giorno

Sei mesi di incessante lavoro

L'inchiesta ha visto impegnate numerose persone, con minuziose indagini di laboratorio, controlli accurati delle celle telefoniche, sms, profili dei social network e immagini delle telecamere a circuito chiuso presenti sul posto, hanno portato ad un nome ed un volto del quale non conosciamo ancora l'identità. La Procura della Repubblica ha solo comunicato l'avvenuta notifica all'indagato, ma non ha reso pubblico i dati anagrafici del soggetto. Nei prossimi giorni o addirittura nelle prossime ore, potremo sicuramente avere notizie più precise e conoscere identità e motivazioni del provvedimento adottato a carico di questa misteriosa persona. Se vuoi rimanere aggiornato sui miei articoli, oppure su questo argomento, clicca sul bottone “Segui” vicino al mio nome ad inizio articolo.