Non si fermano le indagini sul caso di Guerrina Piscaglia, la cinquantenne casalinga di Cà Raffaello della quale non si hanno più notizie dallo scorso 1 maggio. La Procura di Arezzo ritiene che la donna sia stata assassinata da Padre Gratien, il religioso congolese che Guerrina Piscaglia avrebbe frequentato assiduamente e del quale sarebbe stata anche incinta: nel cellulare del prete africano, infatti, è stato trovato un sms, inviato da Guerrina, che recita così: "Sono incinta di te e il figlio è tuo".

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Cronaca Nera

L'ex parroco di Cà Raffaello, però, ha sempre dichiarato di essere innocente e di non avere mai avuto dei rapporti sessuali con la donna. "Soffro d'impotenza", ha rivelato Padre Gratien nell'ultima puntata della trasmissione Quarto Grado; se gli esami medici accertassero la sua malattia, potrebbe cambiare notevolmente il corso delle indagini su questo delicatissimo caso.

Verrebbe infatti a cadere anche un'altra accusa a Padre Gratien, ovvero quella di essere un abituale cliente di prostitute. Ma nell'ultima puntata di Storie Vere, la trasmissione condotta da Eleonora Daniele, sono emerse altre indiscrezioni molto interessanti su questo caso, che è ormai diventato un vero e proprio giallo. Ecco tutti i dettagli. 

Ultime notizie Guerrina Piscaglia, spunta un nuovo testimone

Spunta un nuovo testimone sul caso di Guerrina Piscaglia: si tratta di un uomo  che ha chiesto di restare anonimo e coperto in volto. Il testimone ha dichiarato che Padre Gratien fu visto consegnare una misteriosa valigetta ad un uomo misterioso pochi giorni prima che scomparisse Guerrina Piscaglia; lo scambio avvenne nelle ore di prima mattina a Badia Tebalda, paese dove nacque la casalinga cinquantenne ora scomparsa, che si trova vicino a Cà Raffaello.

I migliori video del giorno

Giallo sul contenuto di quella valigetta: secondo il testimone che ha parlato durante la trasmissione Storie Vere, l'oggetto conterrebbe del denaro. "Molte persone mi hanno detto che Padre Gratien trafficava molti soldi: forse c'erano anche in quella valigetta", ha dichiarato il testimone. Tale testimonianza potrebbe comunque rivelarsi molto importante ai fini delle indagini sul caso. Siamo vicini ad una svolta? Si attendono ulteriori sviluppi.