Andrew Parker, direttore generale del servizio di sicurezza del Regno Unito, in questi giorni ha ammesso pubblicamente l'esistenza di una situazione di pericolo terrorismo senza eguali. Quella che poteva sembrare  l'ennesima affermazione sensazionalistica è presto circostanziata da Parker con riferimento agli ultimi 32 anni della propria carriera.

Pericolo reale per la Gran Bretagna

A sostegno della reale entità dell'allarme, tra i dati, solo nel 2014 sono dichiarati essere ben sei gli attentati terroristici progettati dall'Isis contro il Regno Unito. Suddetto grande e valido lavoro svolto nell'ultimo anno contro il terrorismo non ha condotto Parker al trionfalismo e neanche a dichiarazioni pubbliche finalizzate a tranquillizzare la popolazione per la serie "il terrorismo esiste ma qui è tutto sotto controllo".

La dichiarazione del direttore, tutt'altro che trionfale o tranquillizzante, ha fatto riferimento a un "high water mark" che potrebbe ancora non essere stato raggiunto.

Sistema terroristico a tre punte

Il sistema terroristico è descritto "a tre punte", terrorismo domestico, terrorismo estero e cyber terrorismo. Per quanto riguarda la minaccia online, nel 2013 l'Isis avrebbe sconcertato il servizio di sicurezza britannico grazie all'enorme serie di dispositivi e piattaforme digitali attraverso le quali sferrava i suoi attacchi. Queste stesse reti, oltre che essere utili per lo svolgimento delle attività di cyberwar, rappresentano anche la porta per la radicalizzazione di adolescenti britannici. Il direttore generale del MI5 confessa il fatto che molte delle terrificanti azioni avvenute sono state compiute da persone nate e cresciute proprio nel Regno Unito che, per motivi spesso anche contorti, hanno deciso di riconoscere il proprio paese come nemico.

I migliori video del giorno

Ulteriori elementi problematici deriverebbero dal fatto che, nonostante gli sforzi compiuti nella lotta al sistema terroristico, non sembrerebbe essere visibile ancora nessun segno di cedimento. Questa resistenza del sistema terroristico secondo gli analisti sarebbe rivelativa di una maggiore ambizione circa il compiere attacchi di massa in Gran Bretagna.