Non finiscono mai i guai per Nicholas Brendon, 44enne attore americano, conosciuto meglio per i suoi ruoli in Buffy l'ammazzavampiri Criminal Minds: Brendon è finito nuovamente sulle cronache dei giornali americani. Stavolta la causa è stata un' accesa discussione con la fidanzata: la lite ha preso una brutta piega e la star ha cercato di soffocare la sua vittima. L'attore, che ha interpretato i ruoli di Xander Harris nella Serie TV "Buffy the vampire slayer" dal 1997 al 2003 e Kevin Lynch in "Criminal Minds" dal 2007 al 2014, è oggi accusato di tentata rapina e tentato omicidio nei confronti della sua fidanzata.

La ricostruzione dei fatti

Brendon si trovava in un hotel della California insieme alla ragazza lo scorso mercoledì 30 settembre; quando lei ha provato a lasciare l'attore e porre fine alla loro relazione, Nicholas ha delirato sottraendole le chiavi della macchina e afferrandola per la gola, intento a porre fine alla sua vita.

Nicholas, arrestato già quattro volte nel corso degli ultimi 12 mesi, si era già dileguato all'arrivo della polizia, ma il suo arresto è scattato qualche minuto più tardi a qualche isolato di distanza. Il poliziotto Jillson, presente sulla scena, sostiene che sicuramente l'attore era sotto effetto di alcolici. Brendon è già stato rilasciato giovedì 1 ottobre su cauzione di 20 mila dollari: lo spiacevole episodio non è stato ancora commentato sui social; tutti si aspettano le scuse pubbliche, visto che nell'ultimo episodio Brendon si è scusato sul suo profilo facebook ufficiale. 

Un 2015 da dimenticare per la star di Criminal Minds, finito sulle cronache più per i suoi problemi personali che per le doti di recitazione. Sono ben lontani i tempi del ragazzo acqua e sapone un po' impacciato e timido, al fianco dell'allora cacciatrice di vampiri Sarah Michelle Gellar.

I migliori video del giorno

Oggi il 44 enne pare abbia perso la serenità e tranquillità mentale, visto i tre arresti precedenti sempre dovuti agli status confusionali, risse, alcool e pillole. Sembra quasi che Nicholas passi dalle stanze d'hotel a quelle del carcere come se niente fosse. In attesa di una ripresa personale, aspettiamo un suo commento sui social.