Non si fermano le indagini sul caso di Trifone Ragone e Teresa Costanza, i due fidanzati di Pordenone assassinati più di sette mesi fa nei pressi del centro sportivo "Crisafulli". Le ricerche degli inquirenti sono arrivate ad un momento cruciale: Ruotolo ha ucciso i due fidanzati? Sono numerosi i sospetti degli investigatori sul ventiseienne di Somma Vesuviana, che lavorava nella stessa caserma di Trifone Ragone. Qualcosa, infatti, non quadra dalle sue dichiarazioni: il ragazzo ha rivelato in un primo momento di non frequentare assiduamente il trentenne morto lo scorso 17 marzo, ma alcuni testimoni hanno smentito la sua versione dei fatti. Inoltre, anche i suoi coinquilini hanno notato qualcosa di sospetto nel giorno del delitto.

Le utlime news si concentrano proprio sull'unico indagato e sono state riportate da "Pomeriggio Cinque", trasmissione che sta seguendo passo per passo tutti gli sviluppi delle indagini sul delitto di Pordenone. Ecco tutti i dettagli delle ultime indiscrezioni. 

Svolta vicina sul caso di Trifone e Teresa

Nell'ultima puntata di "Pomeriggio Cinque" sono emerse delle notizie molto importanti per quanto riguarda il caso di Trifone Ragone e Teresa Costanza. Molto probabilmente, l'assassino dei due fidanzati non aveva i guanti lo scorso 17 marzo. Sul proiettile che si trovava nella canna della pistola del killer, infatti, sarebbe stata trovata una parziale impronta digitale. Pare che l'assassino abbia tentato di togliere il proiettile dall'arma e che non ci sia riuscito. Ricordiamo che il killer sparò sei colpi contro Teresa e Trifone, dei quali ne andarono a segno cinque.

I migliori video del giorno

Ora si dovrà confrontare la parziale impronta digitale con quelle di Ruotolo. Potrebbe dunque essere molto vicina la svolta su questo difficilissimo caso, che ha catturato l'attenzione di migliaia di italiani. L'avvocato di Ruotolo, Rigoni Stern, in collegamento con Barbara D'Urso durante l'ultima puntata di "Pomeriggio Cinque" ha difeso a spada tratta il suo assistito: "Al momento non ci sono indizi che possano dimostrare la colpevolezza di Ruotolo", ha affermato il legale.