Parigi sotto attacco, il tragico venerdì sera della capitale francese ha colpito in pieno l'Europa. I terroristi hanno compiuto terribili stragi uccidendo 129 innocenti tra cui anche una nostra connazionale, la ventottenne Valeria Solesin, che si trovava in compagnia del fidanzato e di alcune amiche al Bataclan, per assistere al concerto del guppo metal “Eagles of Death Metal”, e lasciandosi dietro circa 300 feriti. La preoccupazione è molto alta e si temono nuovi attacchi non solo in Francia, i prossimi obiettivi potrebbero essere Londra e Roma.

Strage Parigi, la Francia bombarda Raqqa

Il premier francese Valls ha dichiarato che la Francia si aspettava un attacco terroristico e ha parlato di come il piano per colpire il Paese sia stato pensato e pianificato dalla Siria.

Teme anche che possano esserci altri attacchi a breve. Il ministro degli Esteri, Laurent Fabius, ha spiegato che la decisione di bombardare Raqqa ieri sera è stata una scelta politica, la Francia doveva rispondere e reagire ai duri attacchi subiti. Anche il presidente François Hollande, nei suoi primi commenti a caldo dopo la strage, aveva detto che la Francia avrebbe reagito in maniera dura e spietata. Sono stati 12 gli aerei impiegati nella missione di bombardare Raqqa. Gli obiettivi erano già stati individuati da precedenti perlustrazioni e inoltre l'intera operazione è stata condotta con il supporto degli Stati Uniti d'America. Intanto continuano le perquisizioni francesi che hanno portato all'arresto di una decina di persone. A Lione sono state fermate cinque persone dopo il ritrovamento di varie armi e di un lanciarazzi.

I migliori video del giorno

I terroristi morti sono stati otto, sette si sono fatti saltare in aria e uno, che era scappato, sembra sia stato ucciso dalla polizia.

Le indagini però continuano e oggi la Francia si fermerà per un minuto a mezzogiorno in segno di lutto e per ricordare tutte le vittime di venerdì sera che hanno perso la vita in uno scenario terrificante che non può non far pensare a una terza guerra mondiale.