Città del Vaticano – Martedì 8 dicembre 2015 a Roma e per la precisione nello Stato Pontificio avrà inizio il Giubileo straordinario indetto da papa Francesco, il quale avrà termine domenica 20 novembre 2016. In molti si chiedono cos’è esattamente il Giubileo, e quali rischi si corrono nel celebrarlo visti i recenti attentati della “strage di Parigi”. In molti si chiedono quali misure sono state già adottate e quali altre misure verranno adottate in seguito. Prima di chiarire questi importanti dubbi è bene capire innanzi tutto cos'è un Giubileo.

Cos’è un Giubileo secondo la Chiesa Cattolica

Il termine Giubileo è spesso sostituito dal suo ''sinonimo'' Anno Santo.

Il motivo per cui è stato istituito dalla Chiesa Cattolica Romana riguarda il perdono di tutte le trasgressioni. Secondo la stessa dottrina cattolica, il Giubileo permetterebbe di ottenere il perdono divino di tutti i propri peccati. Si tratta per i cattolici di un anno di conversione morale, un periodo di tempo nel quale bisogna convertirsi dalla propria condotta erronea. Solitamente il Giubileo viene celebrato ogni venticinque anni, ma può succedere come in questo caso che il papa scelga di celebrarlo in via del tutto speciale prima del termine stabilito. L'ultimo Giubileo "ordinario" fu celebrato nel 2000, il prossimo si terrà, quindi, nel 2025.

Giubileo e sicurezza contro l'Isis

Visti i recenti sviluppi riguardanti l’attacco terroristico dell’Isis a Parigi cresce la preoccupazione di un eventuale attacco a Roma.

I migliori video del giorno

Tale preoccupazione è stata alimentata anche dal fatto che lo stesso Stato Islamico ha minacciato Roma e non solo con il video “Messaggio al popolo della croce”. Intanto le forze di sicurezza capitoline si stanno attrezzando affinché l’evento possa svolgersi secondo i piani previsti e in tutta sicurezza. Sono aumentati esponenzialmente i monitoraggi su quelle che sono considerate le zone a rischio come Piazza San Pietro e l’area che circonda tutto il Vaticano. Altri obiettivi sensibili potrebbero essere le zone di snodo del traffico pubblico, come le linee della metropolitana, le stazioni ferroviarie e gli aeroporti. È possibile ricevere ulteriori indiscrezioni e aggiornamenti riguardanti il prossimo Giubileo cliccando sul pulsante “Segui” posto in alto all’articolo accanto al nome dell’autore.