La Guardia di Finanza di Caserta ha portato a termine una ennesima operazione volta al contrasto di frodi fiscali ed al mercato di contrabbando. Le Fiamme Gialle hanno intercettato un'autocisterna nella zona del Comune di Sparanise, in Provincia di Caserta e, dopo aver eseguito i dovuti accertamenti, hanno potuto constatare che il prodotto trasportato non era dotato di apposita documentazione e, pertanto, da definirsi di contrabbando. Una quantità ingente destinata al mercato non certificato. Il conducente del veicolo è stato denunciato a piede libero. Si tratta di un uomo di 42 anni. Continuano le indagini per risalire al destinatario della merce. 

L'operazione della Guardia di Finanza

Il veicolo che le Fiamme Gialle hanno intercettato e posto sotto sequestro, ha richiamato l'attenzione degli agenti i quali hanno prontamente fermato il conducente.

Dopo aver chiesto i documenti di identità, le Fiamme Gialle sono passate alla documentazione del prodotto contenuto dell'autocisterna. A quel punto, il conducente, non avendo esibito la regolare certificazione, ha insospettito le forze dell'ordine. La pattuglia, intuendo che si trattava di un trasporto illegale, ha invitato l'uomo a seguirli in caserma. Dopo una più accurata indagine è stato stabilito che il carburante trasportato, 4.800 litri di gasolio, per un valore commerciale totale di oltre 40 mila euro, era trasportato a regime di contrabbando, in quanto sprovvisto della dovuta documentazione. 

Controlli sul territorio

Il conducente del veicolo è stato denunciato a piede libero. Da ulteriori approfondimenti è emerso, inoltre, che il 42enne aveva precedenti per traffico illecito di merci.

I migliori video del giorno

La Guardia di Finanza, in queste ore, sta continuando nelle indagini per stabilire a chi fosse destinato quell'ingente quantitativo di gasolio. Si lavora per chiudere il cerchio ed avere una analisi più chiara su quanto accaduto. Continuano, inoltre, controlli a tappeto su tutto il territorio provinciale. Posti di blocco e perquisizioni vengono eseguite periodicamente dalle forze dell'ordine per contrastare il contrabbando ed i crimini legati all'evasione fiscale