Una delle cose più belle del Natale, ormai alle porte, è condividere l'emozione di questo giorno speciale con i propri cari, la propria famiglia e i propri bambini; siano essi figli, nipoti o fratellini. Il 25 dicembre è una delle festività più vive della tradizione italiana, ma è soprattutto una delle feste più amate dai bambini.

Per loro questa festa significa aspettare Babbo Natale con il suo sacco pieno di doni, significa gioire per quel giocattolo tanto desiderato e significa soprattutto sorridere.

E se tanti bambini, vista la crisi economica che i nostri tempi stanno vivendo, quest'anno non potranno ricevere il dono natalizio che speravano, molti altri non riceveranno nemmeno quello che non speravano, ma più di tutto non sorrideranno. Cosa c'è di più bello al mondo se non vedere un sorriso smagliante stampato sul volto dei nostri cari bimbi? Niente, esatto. Purtroppo, però, molti bambini del mondo non riescono a farlo o non possono farlo a causa della condizione in cui vivono. 

In occasione del Natale Emergenza Sorrisi lancia la campagna #Dona1Sorriso

Da qualche settimana è partita in rete una campagna "virale" che ha lo scopo di portare un sorriso ai bambini disagiati di 20 paesi nel mondo attraverso un altro smile.

Si chiama #Dona1Sorriso ed è stata ideata e voluta dall'organizzazione non governativa Emergenza Sorrisi

"A Natale il tuo sorriso può illuminare di gioia il volto di un bambino": è questo il messaggio lanciato dall'associazione benefica con la nuova campagna di sensibilizzazione pensata come un foto-contest, che coinvolge anche i social network più utilizzati. 

Tanti i selfie sorridenti giunti fino ad oggi.

Tra gli altri anche qualche sorriso "celebre", come quello dell'attore Gabriele Corsi (Trio Medusa) o del parlamentare europeo Edoardo Patriarca. Partecipare per donare un sorriso è facilissimo: basta farsi un autoscatto a tema natalizio e condividerlo sui social. Alla fine del contest saranno ancora cinque i sorrisi estratti e premiati; cinque premi sono già stati assegnati.

Grazie ad Emergenza Sorrisi sono già 3.000 i bambini tornati finalmente a sorridere, ridere e condividere la propria felicità con i coetanei.

Regalare un sorriso in occasione delle festività accenderà un po' di speranza in tutti quei bimbi tristi. Il sorriso è contagioso, regaliamolo insieme per Natale!

Emergenza Sorrisi è un OGN costituita da medici volontari che realizza missioni chirurgiche in numerosi stati per operare bambini con malformazioni al viso, esiti di ustioni e traumi bellici. Si tratta di patologie diffuse nei paesi meno abbienti dove i bambini oltre ad avere il volto completamente deturpato vengono anche esclusi dalla vita sociale della comunità che dovrebbe accoglierli.

I medici di Emergenza Sorrisi si occupano di loro, e grazie ad un operazione di soli 45 minuti riescono a donargli nuovamente il sorriso esteriore, ma anche quello interiore. Emergenza Sorrisi si preoccupa anche di formare i medici locali in modo da renderli autonomi nella cura delle patologie del volto. In caso di situazioni particolarmente gravi, il bambino viene curato ed assistito in Italia. 

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto