In queste settimane sul web sono tornati in auge due veggenti del passato: Nostradamus e Baba Vanga. Entrambi infatti avevano previsto, in tempi non sospetti, lo scontro tra mondo occidentale e mediorientale che stiamo vivendo adesso. Il primo, riportando quanto accaduto il tredici novembre a Parigi nel lontano 1500, la seconda in tempi più recenti, negli anni '80. Ma con una precisione disarmante, anticipando quanto sarebbe successo di lì a poco alle Torri gemelle di New York. Ad onor del vero, occorre anche dire che entrambi hanno sbagliato tante previsioni e quelle azzeccate risultano essere una bassissima percentuale sul totale.

Assieme ai due personaggi va poi affiancata un'altra donna, successivamente beatificata e ora in odore di santità, ovvero Maria Bolognesi, scomparsa nel 1980.

Pur non essendo veggenti, anche gli esperti della CIA avevano previsto nel 2000, mediante un dossier di settanta pagine, tante cose che si sono verificate quindici anni dopo. In particolare, hanno previsto tra le altre cose l'evoluzione organizzativa dei terroristi e degli Hacker. Vediamo dunque cosa dissero.

Il ruolo dei gruppi terroristici e degli Hacker nella destabilizzazione del Mondo

Nel succitato dossier, la CIA scriveva queste parole profetiche: "I fatti internazionali verranno sempre più influenzati da grandi e potenti organizzazioni anziché dai governi". In effetti è proprio quanto si è verificato. Basti pensare a quanto sta facendo oggi l'Isis e al peso che oggi ha assunto nell'influenzare la politica estera dei paesi occidentali. Ma anche al ruolo assunto dagli Hacker, anch'esso destabilizzatore.

I migliori video del giorno

Si pensi ad Anonymous o agli hacker cinesi in grado di rubare informazioni ai milioni di dipendenti dello stesso governo americano. O a quelli della Corea del Nord, che avrebbero, secondo l'Fbi, attaccato la giapponese Sony.

La strategia sempre più raffinata dei terroristi

La Cia prevedeva anche come i terroristi abbiano effettivamente affinato le proprie strategie, al fine di colpire sempre più la massa inerme. Basti pensare a quanto è accaduto di lì a poco nella stessa New York, alle Torri gemelle. Ma anche a quanto successo alle metro di Madrid nel 2004 e di Londra l'anno successivo. Infine, quanto successo quasi un mese fa a Parigi. Un'altra previsione azzeccata ha riguardato il numero della popolazione mondiale, che secondo la Cia sarebbe arrivato nel 2015 a 7,2 miliardi di abitanti (previsione sbagliata ''solo'' di duecento milioni). Così come aveva previsto la crescita esponenziale dell'economia cinese. Certo, non manca anche qualche previsione sbagliata. Ma la bilancia pende in favore di quelle giuste.