Drammatica la vicenda che nelle ultime ore si è diffusa sulle testate calabresi. Un giovanissimo ragazzo di soli 16 anni ha perso la vita nella notte dell'Epifania precipitando da un balcone. Le dinamiche che lo hanno condotto alla morte restano ancora oscure, anche se gli inquirenti hanno immediatamente pensato ad una morte accidentale. Molti fatti restano ancora nell' ombra.

Sul corpo della giovane vittima è stato disposto dalle autorità competenti lo svolgimento dell'esame autoptico. Intanto sono state avviate le indagini, seguite dagli uomini della Compagnia dei Carabinieri di Corigliano, per cercare di comprendere le dinamiche della morte del giovane.

16enne precipita dal balcone di una palazzina

Nulla sembra essere chiaro nella morte del giovane 16enne che nella notte tra il 5 e il 6 gennaio 2016 è misteriosamente precipitato dal balcone di un'abitazione che non risultava essere nella zona di residenza del ragazzo: secondo quanto riportato dalle prime indagini, l'abitazione non risulta essere la residenza di nessun conoscente del ragazzo. Il 16enne, che frequentava il terzo anno presso il liceo scientifico di Acri, secondo le prime ricostruzioni sarebbe precipitato accidentalmente. Il tutto si è svolto a San Giorgio Albanese, in provincia di Cosenza: probabilmente il giovane aveva preso parte ad una festa organizzata per la notte dell'Epifania. Le ricerche sono state avviate nella nottata, quando i familiari si sono resi conto che il ragazzo non era ancora rientrato a casa.

I migliori video del giorno

Il corpo del giovane è stato rinvenuto solo nelle prime ore della mattina del 6 gennaio.

Disposto l'esame autoptico

Sembra quindi che nessuno si sia reso conto dell'avvenimento, né chi era con lui la notte del 5 gennaio e né chi poteva in quelle ore trovarsi nei pressi della palazzina incriminata. Le indagini cercheranno ora di colmare i dubbi che sono presenti all'interno della vicenda e per prima cosa si cercherà di capire chi si trovava con il giovane nelle ore immediatamente antecedenti al decesso. Intanto il Pubblico Ministero della Procura della Repubblica di Castrovillari ha disposto l'autopsia sul corpo del giovane 16enne.