Continua a spargere terrore l'Isis, che ha rivendicato l'attenato di Istanbul. Un giovane kamikaze saudita si è fatto esplodere nel centro della città; l'attentatore è poi stato identificato dalle autorità turche: si tratta di un ventottenne di origini arabe, Nabil Nadli. Dopo il sanguinoso attenato di Parigi, avvenuto la notte del 13 novembre scorso, l'Isis continua a perpetrare violenza, terrore e sangue. Quello di Istanbul, infatti, è un attentato con una chiara eco europea, dato che è stata attaccata la zona di Sultanahmet, ovvero il cuore della città, visitato ogni giornio da decine di turisti europei e americani.

L'Isis rivendica l'attentato di Istanbul

Secondo le ultime indiscrezioni, riportate dalla cancelliera Merkel, ci sarebbero almeno otto vittime di nazionalità tedesca.

Le cifre parlano al momento di una decina di morti (otto tedeschi e un peruviano) e di undici feriti (nove di nazionalità tedesca e alcuni di nazionalità norvegese). L'attentato si è registrato intorno alle nove di ieri mattina e ha colpito il centro di Istanbul, dove si trovano due dei monumenti più visitati dai turisti, ovvero la Moschea Blu e il Torkapi Palace. Come scrive La Repubblica, il Governo turco ha riferito che le vittime sono tutte straniere; il kamikaze, invece, è un ventottenne di origine araba militante dell'Isis, che ha rivendicato l'attacco.

L'inquietante profezia della Madonna di Anguera

Lo Stato Islamico ha promesso altri attentati all'Europa; il programma "Mistero", infatti, ha riportato una profezia inquietante della Madonna di Anguera, secondo la quale l'Isis attaccherà e distruggerà Roma il prossimo 23 marzo 2016.

I migliori video del giorno

La Madonna appare ad Anguera a Pedro Regìs.  "Gli uomini che seguono il falso profeta arriveranno in marcia al tempio santo, poi lo distruggeranno. La Chiesa verserà lacrime e si lamenterà. Ci sarà poi un'eclissi lunare; i nemici marceranno dalla via Appia. Il Signore proverà a salvarvi; voi avete la libertà, ma il vostro compito è quello di seguire la volontà di Dio", recita il testo della profezia

.