Terribile notizia di cronaca arriva dalla regione Calabria. Si tratta di persecuzioni e di molestie nei confronti di una donna invalida che era debole e indifesa. Il colpevole sarebbe un ragazzo di 33 anni di origini rumene che è stato arrestato dai carabinieri di Santa Maria del Cedro e che era l'ex convivente della donna. Vediamo i dettagli che sono emersi in seguito alle prime ricostruzioni da parte delle forze dell'ordine che stanno indagando sul caso.

Vittima invalida incapace di denunciare il suo aggressore

I carabinieri di Santa Maria Del Cedro, località sita nella provincia di Cosenza, hanno arrestato un rumeno di 33 anni con l'accusa di persecuzione nei confronti dell'ex convivente invalida di 45 anni.

 La vittima era una donna indifesa che non ha avuto il coraggio di denunciare quanto accaduto alle forze dell'ordine. Gli episodi di violenza sono stati numerosi. 

I carabinieri infatti avevano iniziato da tempo un'indagine nei suoi confronti, ma nella giornata di ieri c'è stata la svolta. Il 5 febbraio, il 33enne si è recato presso l'abitazione della donna in stato di ebrezza e con cattive intenzioni. Infatti il 33enne avrebbe cominciato a minacciarla ripetutamente permettendo alle forze dell'ordine di porre fine agli atti persecutori. La donna ieri sera ha avuto la forza di scappare da casa venendo poi aiutata dai carabinieri. Le forze dell'ordine infatti, in merito alle indagini che stavano effettuando, proprio in quei momenti si stavano spontaneamente recando a casa della vittima per effettuare dei controlli.

I migliori video del giorno

L'uomo è stato arrestato

La donna è stata ritrovata dalle autorità nella propria abitazione ed immediatamente è stata messa in salvo. L'uomo invece è stato arrestato ed è stato trasportato presso il carcere di Paola, situato sempre nel cosentino, con la grave accusa di atti persecutori. Finalmente per la donna 45enne invalida la situazione adesso è migliorata e non dovrà più soccombere alle minacce del suo ex convivente. Ulteriori dettagli emergeranno in seguito.