E' in corso in queste ore il nuovo interrogatorio in carcere di Veronica Panarello, la 27enne siciliana imputata per l'infanticidio del figlio Loris Stival, strangolato il 29 novembre 2014 con delle fascette da elettricista e poi buttato in un torrente tra le campagne di Santa Croce Camerina, in provincia di Ragusa. Il nuovo interrogatorio che si sta svolgendo nella struttura penitenziaria di piazza Lanza a Catania si è reso necessario dopo la nuova versione dei fatti raccontata dalla donna agli psicologi che si stanno occupando di lei per la perizia psichiatrica disposta dal Gup di Ragusa Andrea Reale davanti al quale si celebra il processo con il rito abbreviato.

Pubblicità

Caso Loris, nuovo interrogatorio in carcere per Veronica Panarello

Com'è noto, la donna, che ha sempre negato di aver ucciso il figlio confermando però di averne occultato il cadavere, ha accusato il suocero Andrea Stival - col quale a suo dire avrebbe avuto una storia extraconiugale - dicendo che sarebbe lui l'assassino del figlio. "Solo bugie e fango. Sono pronto a confrontarmi con lei", ha replicato l'uomo che ha annunciato una denuncia per calunnia nei confronti della donna. "Se è vero che è stato lui paghi", ha detto invece Davide Stival, il papà del piccolo.

Partecipano oggi all'interrogatorio di Veronica Panarello, svolto dal pm Marco Rota anche il dirigente della Squadra mobile di Ragusa Antonino Ciavola e il comandante della squadra investigativa dei carabinieri, Domenico Spadaro.

La donna intenzionata a confermare accuse nei confronti del suocero

La donna è assistita oggi durante l'interrogatorio dal suo difensore. "Le dichiarazioni di Veronica Panarello sono forti - ha spiegato ai cronisti l'avvocato Francesco Villardita prima di entrare nel carcere catanese -perché forniscono movente, complice e dinamica del fatto.

Pubblicità
I migliori video del giorno

E fornisce - ha sottolineato - anche l'arma del delitto". Finora l'arma del delitto è stata considerata una fascetta di plastica, la mamma siciliana presunta assassina del figlio fornirà una nuova versione anche su quest'aspetto dell'inchiesta? Secondo l'avvocato Villardita, che si è incontrato con la sua assistita due giorni fa, Veronica Panrello dovrebbe oggi confermare le accuse ripetendo sostanzialmente quando raccontato agli psicologi e fornendo probabilmente nuovi particolari. "Per la prima volta - ha detto il legale parlando con i giornalisti prima dell'interrogatorio - si parla di omicidio e non di incidente e - ha sottolineato - c'è una chiamata in correità".