Dalla società Ideal Conceal viene commercializzata una pistola a due colpi che sembra in tutto e per tutto uno Smartphone. Sul loro sito web viene spiegato in parole povere l’idea che c’è dietro: ‘Gli smartphone sono ovunque, e la nuova pistola sarà praticamente irriconoscibile perché si nasconde in bella vista’. Non sembra una buona idea in un momento in cui si teme per gli attacchi terroristici. La sua commercializzazione avverrà a partire dalla metà del 2016, e si tratta in pratica di un’arma da fuoco a doppia canna calibro .380 sportivo, inglobato interamente in un unico pezzo strutturale.

Pubblicità

Il prezzo sarà indicativamente 395 dollari, ed il suo sviluppatore, Kirk Kjelberg, sostiene ci siano già stati 2500 ordini da parte di acquirenti a cui interessa comprarla.

L'idea che c'è dietro

In un’intervista alla CNN, Kjelberg ha sostenuto recentemente che l’idea gli è venuta in mente quando un giorno che era entrato armato in un ristorante, un ragazzino gli vide la pistola addosso, e rivolgendosi ad alta voce alla madre, strillò ‘Mamma mamma quell’uomo ha una pistola’, così che tutti gli avventori del ristorante si girarono a guardarlo.

Per questo pensò che sarebbe stato bello girare armato senza attirare l’attenzione della gente.

Tecnicamente, la pistola può contenere due pallottole pronte in canna, che non possono essere sparate quando il manico è ripiegato su sé stesso ad imitare la forma del telefonino. Infatti occorre dispiegarlo perché il cane si armi, pronto ad innescare la carica delle pallottole. La novità risiede nella mimetizzazione dell’arma, che può essere tenuta in tasca o agganciata al proprio fianco senza che la gente si accorga delle sua presenza.

Pubblicità
I migliori video del giorno

Basta solo lo scatto di una levetta di sicurezza per aprirlo ed essere pronto a sparare. Il prodotto è costruito pensando alla sicurezza, così dice l’inventore, e si tratta di un pezzo meccanico su cui si può contare molte volte.

La preoccupazione della polizia

La cosa però preoccupa le forze dell’ordine non poco, in quanto l’idea che persone girino indisturbate con armi da fuoco camuffate non può essere accettabile in una società civile. La questione va affrontata seriamente, come dice il portavoce della National Association of Police Organizations, in quanto è motivo di preoccupazione ogni tipo di arma che viene mascherata da altri oggetti.

Allo stesso modo Andrew Patrick, vice direttore delle comunicazioni per la Coalition to Stop Gun Violence, ha rilasciato al Daily Mail la seguente dichiarazione: ‘La cosa inquietante è che questo sembra un vero e proprio smartphone. Ci sono innumerevoli storie di bambini che giocano con le pistole giocattolo, e che sono stati uccisi, perché sono state scambiate per un’arma reale’.