Una terribile notizia giunge dalla regione Calabria. Stavolta non si tratta di un incidente ma di un nuovo agguato. Il tutto è accaduto nella provincia di Vibo Valentia dove un uomo è rimasto gravemente ferito da colpi di arma da fuoco. Si tratta del secondo agguato avvenuto nel giro di pochi giorni in Calabria. Qualche giorno fa, a Reggio Calabria, un uomo era rimasto uccisoe un altro era stato ferito. Vediamo i primi particolari che sono emersi in seguito alle indagini effettuate dai carabinieri.

Pubblicità
Pubblicità

Uomo rimasto ferito: prognosi di dieci giorni

Il tutto è accaduto nella provincia di Vibo Valentia e precisamente nel comune di Rombiolo. Un uomo di quarantasette anni, già noto alle forze dell'ordine, si trovava nei pressi della chiesa di Presinaci, sita nel comune di Rombiolo. Qui è stato colpito da diversi colpi di arma da fuoco che lo hanno raggiunto ad un gluteo. Immediato è stato l'intervento delle forze dell'ordine e dei sanitari del 118.

Pubblicità

Il ferito infatti è stato immediatamente trasportato presso l'ospedale di Vibo Valentia e qui è stato ricoverato con una prognosi di dieci giorni. I carabinieri stanno indagando sul caso e pensano che si tratti di un tentato omicidio. La compagnia che si sta occupando del caso ha arrestato un uomo di quarant'anni del posto ossia Maurizio Castagna. Sono state rese note anche le generalità della vittima. Si tratta di Massimo Soriano che è di Rombiolo.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cronaca Nera

I carabinieri stanno tentando di ricostruire la dinamica dei fatti e di chiarire anche il movente che hanno spinto Castagna a compiere tale gesto. Secondo quanto riporta il portale online quicosenza.it, Maurizio Castagna è il figlio di Serafino Castagna  che era stato condannato per aver ucciso cinque persone a Rombiolo nel 1955. Fu condannato a tre ergastoli e centodieci anni di reclusione. Ulteriori dettagli sulla vicenda in questione emergeranno nelle prossime ore.

In attesa vi invitiamo a cliccare sul tasto segui posto in alto accanto al nome dell'autore dell'articolo di cui avete appena ultimato la lettura.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto