Una mano misteriosa ha portato una lettera sulla tomba del giovane Andrea Ruotolo (25 anni al momento della morte), il ragazzo originario di San Felice a Cancello (Caserta) deceduto in Albania sei anni fa mentre ere in gita su un fiume con alcuni amici. In tale messaggio, l'anonimo mittente si rivolge ad Andrea, dicendogli di riposare in pace e di fare in modo che tutti si riconcilino nella sua memoria. 

Ancora incerto il significato della lettera

La nota rivista settimanale Giallo qualche settimana fa ha pubblicato un articolo sulla triste storia di Andrea Ruotolo, il ragazzo originario di Caserta morto nel fiume Skuray vicino a Tirana in Albania sei anni fa.

Pubblicità
Pubblicità

Dopo la pubblicazione dell'articolo in questione è accaduto qualcosa di strano presso il cimitero in cui è sepolto il giovane. Monica, la sorella di Andrea, ha riferito: "Dopo l'articolo pubblicato da 'Giallo' abbiamo trovato un biglietto sospetto al cimitero". Tale messaggio, molto breve, è stato scritto di pugno e ci sono ancora molti interrogativi circa il suo reale significato. E' la conferma che quanto accaduto al 25enne non fu una tragedia.

Pubblicità

La perizia grafologica

Candida Livatino, perito grafologo e collaboratrice della rivista Giallo, ha analizzato attentamente la lettera ritrovata sulla tomba di Ruotolo. Ecco quì il risultato della perizia: "L'analisi grafologica dello scritto non è tra le più semplici, perchè è breve e non ha una firma. Mi sento però di dire che è opera di un uomo non giovanissimo e di una certa cultura. I segni più evidenti sono l'angolosità e la pressione impressa sul foglio.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cronaca Nera

Elementi che segnalano che è dotato di una grande energia, grintoso e, se provocato, reattivo fino a diventare aggressivo. E' polemico, senza stare a sentire ciò che dicono gli altri e prevaricandoli. Riscontro che il taglio della T è a forma di laccio, con la sola eccezione di una T tagliata a forma di croce, che conferma la testardaggine e la combattività del soggetto. Il 'laccio' testimonia che vive uno stato di forte tensione, che fa fatica a controllare, lasciandosi andare a volte a scatti dettati dall'impulso.

Si pone dinanzi agli altri in maniera spavalda e sicura di sè. In realtà è fragile e reagisce aggredendo come come forma di protezione".

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto