Annuncio
Annuncio

Attimi di panico sono stati vissuti nella giornata del 21 maggio 2016 nella regione Calabria ed in particolare nella provincia di Reggio Calabria. Per le vie del centro infatti un toro di notevoli dimensioni ha suscitato tanta paura e preoccupazione in tutti gli abitanti del posto. Il tutto è avvenuto nel pomeriggio e l'animale ha vagato per oltre due ore per le vie del centro. Vediamo i dettagli che sono emersi in seguito all'intervento delle forze dell'ordine.

Toro terrorizza i passanti, poi viene abbattuto

Il toro ha terrorizzato tutti i passanti del centro storico di Reggio Calabria. Vedendo l'animale che si aggirava per le strade subito i cittadini hanno avvertito le forze dell'ordine.

Scattato l'allarme, sul posto sono intervenuti forze dell'ordine, vigili del fuoco, veterinari dell'Azienda sanitaria e Corpo forestale. I tentativi delle forze dell'ordine di bloccarlo sono stati ovviamente vani.

Advertisement

Per ore hanno cercato di immobilizzarlo con le buone ma non ci sono riusciti. Hanno cercato perfino di metterlo in sicurezza, ma nulla. Il toro ha attaccato tutti coloro che cercavano di farlo andare via e la tragedia è stata sfiorata in diverse occasioni. Alla fine l'animale ha fatto irruzione anche nel palazzo del Consiglio Regionale della Calabria sfondando così il vetro. Proprio in questo momento è arrivato l'ordine di procedere con l'uccisione. Le forze dell'ordine hanno avuto l'ordine di abbatterlo e l'animale è stato ucciso con sette colpi di pistola.

L'animale ha vagato per la zona Tremulini fino a Via Marina. La sua morte sarebbe avvenuta nei giardini del Palazzo del Consiglio Regionale. Per fortuna non sono stati registrati né vittime e né feriti ma la situazione poteva senza dubbio degenerare.

Advertisement
I migliori video del giorno

Non si tratta inoltre del primo avvenimento del genere registrato. Altre volte in Calabria abbiamo sentito notizia di animali di notevoli dimensioni che correvano per le vie delle città suscitando panico e terrore. Diversi danni sono stati procurati alle vetture che erano parcheggiate nella città.