Tre malviventi sono entrati armati all'interno di un bar a Monterusciello, vicino Pozzuoli, appropriandosi di 5 mila euro. E' accaduto intorno alle 21:00 dello scorso 12 maggio: i ladri hanno fatto irruzione in un bar per mettere in atto una spaventosa rapina. Minacce con pistola alla mano a clienti e titolari: sarebbero state queste le testimonianze dei presenti ancora sotto choc per l'accaduto. Avevano i volti coperti con delle maschere e intimavano il proprietario di consegnare il denaro.

Pubblicità
Pubblicità

Dopo aver riscosso il bottino, la fuga all'esterno del locale con un altro elemento della banda pronto ad aspettare i tre con la refurtiva. Tutti coloro presenti nel Santa Chiara (noto bar di Pozzuoli), sono usciti incolumi dalla rapina avvenuta in pochi minuti. Tanta è stata invece la paura per lo spiacevole accaduto.

Ancora una volta, in Campania viene registrato un atto violento. Oltre alle stragi di camorra che in questo periodo stanno aumentando in maniera esponenziale, questo territorio viene macchiato da rapine ed altri episodi negativi.

Pubblicità

Tutto ciò non fa altro che macchiare, agli occhi di estranei e non, una regione sempre più bistrattata dall'inciviltà di chi la popola. Fortunatamente, però, Napoli, Pozzuoli e tutti gli altri territori non sono solo camorra, rapine, pedofilia e luoghi dove la cronaca nera abbonda: questi luoghi custodiscono importanti patrimoni storici e culturali, con zone che rappresentano una rarità per il mondo intero. E' un paese che va protetto e coccolato con le sue bellezze, proprio come un bambino.

E' inaccettabile dunque che ancora oggi, in un'epoca dove la tecnologia e l'informazione viaggiano alla velocità della luce, non si riesca a trovare una soluzione ad un problema che va avanti sin dalla notte dei tempi. Le istituzioni dovranno quindi fare qualcosa di più per evitare questi episodi. E' dalla politica interna che questo cambiamento deve attuarsi: solo così facendo, giorno dopo giorno, anche la Campania può risollevarsi e vivere in maggior sicurezza e rispetto.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto