Aveva 57 anni Pavlina Harapi, dipendente di una ditta di pulizie, originaria dell'Albania ma residente in Italia in cui viveva da oltre vent'anni, a Levata di Curtatone.

Il tragico incidente

Durante la notte del 15 giugno la città era stata sottoposta a forti raffiche di vento e violenti fenomeni temporaleschi ma, durante la giornata, le nuvole avevano lasciato il posto ad un sole splendente. Nulla avrebbe lasciato presagire l'imminente tragedia.

Pubblicità
Pubblicità

La 57enne aveva appena parcheggiato la sua Polo Volkswagen in via Val d'Ossola nel quartiere Due Pini  quando, un enorme albero di pioppo appartenente al parco adiacente alla strada, è crollato precipitandole addosso. La povera donna è morta sul colpo a causa del trauma subito.

Anche il sindaco di Mantova è accorso sul posto

Mattia Palazzi, sindaco della città di Mantova, è subito accorso sul luogo dell'incidente.

Pubblicità

Ha manifestato il proprio cordoglio nei confronti dei familiari della donna, ha poi rilasciato una dichiarazione spiegando che le violente condizioni atmosferiche causate dalla copiosa pioggia caduta nella notte, devono aver impregnato il terreno indebolendo il tronco e causando così la tragica fatalità. Palazzi ha assicurato che l'albero era sano e nulla avrebbe potuto far presagire il tragico incidente.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cronaca Nera

Ha inoltre aggiunto che tutti gli alberi del parco cittadino sono numerati ed erano stati potati poco tempo fa. Ha rassicurato i cittadini promettendo loro di abbassare ulteriormente le piante del parco sito nel quartiere in cui si è verificata la tragedia.

Anche Rosy Bindi, che si trovava al teatro Bibiena come rappresentante della commissione antimafia, ha espresso il proprio dolore dinnanzi all'accaduto.

Stesso incidente in Brianza

Nel pomeriggio di ieri, nella città di Besana in Brianza, si è manifestato un violentissimo nubifragio che ha causato il crollo di un albero facendolo abbattere su un furgone. Il 47enne alla guida fortunatamente non sarebbe in pericolo di vita pur essendo rimasto intrappolato all'interno del furgone. Ora si trova al Niguarda di Milano, il 34enne che invece si trovava fuori dal veicolo è stato trasportato all'ospedale di Lecco, anche le sue condizioni non sembrano preoccupare l'equipe di medici.

Pubblicità

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto