Tragico incidente nella tarda serata di ieri in Belgio: un treno passeggeri pieno di pendolari si è schiantato contro un treno merci fermo sui binari all'altezza della cittadina di Hermalle-sous-Huy, vicino a Liegi: i danni sono molto ingenti e alcune carrozze del treno passeggeri sono deragliate e sono andate completamente distrutte.

Non si sa ancora con chiarezza cosa sia accaduto, ma sembra che molti viaggiatori siano rimasti intrappolati tra le lamiere, senza possibilità di uscire, e il lavoro dei vigili del fuoco e degli altri soccorritori giunti sul posto si preannuncia molto lungo e difficile; tutte le squadre di emergenza di Liegi sono state allertate.

Pubblicità

Almeno tre le vittime

Sarebbero almeno tre le vittime della tragica collisione e oltre 40 persone sarebbero rimaste ferite, alcune in modo grave e sono state prontamente trasportate nei maggiori ospedali della zona per ricevere le cure adeguate alla loro condizione; per i passeggeri che si trovavano nelle carrozze in coda al treno solamente un grande spavento.

Il treno stava andando da Namur a Liegi, una tratta molto frequentata e, nonostante l'ora tarda, era pieno dei pendolari che avrebbero dovuto iniziare a lavorare questa mattina molto presto e che per non arrivare in ritardo avevano scelto di partire già ieri sera.

Forse la velocità elevata tra le cause

Sembra che il convoglio viaggiasse ad una velocità molto più elevata di quanto avrebbe dovuto e per questo il macchinista, alla vista del treno merci fermo, non è riuscito a frenare in tempo. Questo avrebbe provocato la collisione tra i due treni che ha anche danneggiato in modo grave i binari. I tecnici della SNCB, la società che in Belgio gestisce il trasporto ferroviario, sono al lavoro per ripristinare al più presto i binari danneggiati, sgombrare le carrozze deragliate e capire quale sia la vera causa del terribile incidente: sarà importante esaminare se ci siano stati tentativi di frenata oppure no e se ci siano stati altri errori umani.

Pubblicità
I migliori video del giorno

Il sindaco di un paese vicino al luogo della catastrofe che ha partecipato ai primi soccorsi, ha descritto le condizioni dei feriti come pietose e ha dichiarato che si può considerare un miracolo il fatto che le vittime siano solamente tre.