E' di pochi minuti fa la tremenda notizia. Una notizia che speravamo di non dover più sentire ma che purtroppo ha fatto nuovamente il giro del mondo. Si è appena consumato un attacco terroristico sul lungomare di Nizza, una cittadina marittima della Francia.

Secondo quanto si apprende da fonti internazionali, un camion si sarebbe scagliato ad altissima velocità contro una folla di persone, travolgendole ed uccidendole tutte.

Al termine dell'investimento, alcuni superstiti e testimoni, interrogati dalla gendarmeria, hanno dichiarato di aver udito degli spari provenire, probabilmente, da un fucile in possesso dell'autista del camion.

I fatti si sono consumati presso la promenade Des Anglais, subito dopo i fuochi artificiali ed i festeggiamenti per la celebrazione della giornata della Bastiglia (una festa che ricorre ogni 14 luglio per festeggiare la conquista della Bastiglia da parte del popolo francese nel lontano 1789).

Al momento, non ci sono rivendicazioni da parte di gruppi terroristici né sui social né su internet. L'attacco è stato comunque classificato come attentato e questo episodio ha immediatamente interrotto le comunicazioni televisive del popolo francese per trasmettere le notizie in diretta e per avvertire i cittadini di rimanere "barricati nelle proprie case"

Un attentato che ricorda due tragiche date, il 22 Marzo 2016 ed il 14 Novembre 2015, date nelle quali i terroristi dello Stato Islamico hanno ferocemente attaccato il cuore dell'Europa e del mondo Occidentale, facendosi rispettivamente esplodere all'interno di un convoglio della metropolitana e all'interno dell'aeroporto oppure sparando contro la clientela di diversi ristoranti, proseguendo la guerriglia lungo le strade e nelle vicinanze dello stadio dove si stava svolgendo un'importante partita.

Una tragedia, quella di questa sera, che si sperava di non dover più scrivere in nessun giornale, di non dover più raccontare in nessuna circostanza. Erano state prese diverse misure e precauzioni per garantire la sicurezza dell'Europa ma eventi del genere sono prevedibili? 

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto