La Francia è nuovamente coinvolta in un terribile attentato terroristico. Questa volta ad essere colpita è la Costa Azzurra, in particolare Nizza, una delle mete turistiche più belle del mondo. In occasione dell'anniversario della Presa della Bastiglia la Promenade des Anglais, la passeggiata sul lungo mare della città francese lunga circa 4 chilometri, è diventata il teatro di una strage anche di innocenti, dato che ha visto coinvolti moltissimi bambini in compagnia dei propri genitori.

Una giornata di festa si è trasformata ben presto intorno alle 23 in un incubo raffigurato da un tir bianco lanciato a folle velocità contro chiunque si trovasse nelle vicinanze.

L'unico obiettivo del terrorista, un francese di origine tunisina di nome Mohamed Lahouaiej Bouhlel, era quello di uccidere, riuscendo nel suo folle piano. Sul selciato sono rimaste 84 vittime dilaniate, mentre i feriti ricoverati anche in condizioni disperate sono a decine, 54 i bambini. Gli italiani che al momento sono irreperibili sono 4.

Le ultime notizie sull'attentato: fermata anche la moglie dell'attentatore ed evacuato l'aeroporto di Nizza

Nelle ultime ore si susseguono le perquisizioni nella casa del killer e nelle vicinanze per sincerarsi se ci fossero complici. Secondo un'agenzia sarebbe stata fermata anche la moglie del franco tunisino, da lui separata da 2 anni e madre dei suoi 3 figli.

L'agenzia Associated Press ha annunciato che intorno alle 14 sarebbe stato evacuato anche l'aeroporto di Nizza per motivi precauzionali, dopo il ritrovamento di un pacco sospetto. L'ambasciatore italiano di stanza a Parigi si sta recando velocemente a Nizza a supportare l'operato del console Serena Lippi. Gli ospedali sono al collasso così come l'obitorio, dove c'è un flusso continuo di persone in cerca di notizie di chi non ha fatto ritorno a casa.

Presente in città anche Rihanna e i servizi segreti ancora sotto accusa

Il 15 luglio doveva essere una data importante per l'Anti World Tour della popstar Rihanna reduce dal trionfo a Milano. L'entourage della cantante ha rassicurato i fans circa le condizioni dell'artista, presente sì a Nizza, ma lontano dal luogo dove è avvenuta la strage.

Naturalmente il concerto è stato annullato. Intanto si susseguono le accuse circa quanto accaduto nei confronti dei servizi segreti, che però ribattono di aver diffuso un allarme circa un possibile attacco con un mezzo e contro la gendarmerie che ha fatto passare il camion sul lungomare. A quanto si apprende l'attentatore si sarebbe fatto passare per un fornitore di gelati.

Il 14 luglio purtroppo torna ad essere un giorno di morte, allora nel 1789 in nome della libertà, uguaglianza e fraternità, oggi in quello di intolleranza, odio e terrore.