Prima li avrebbe fotografati. Poi, non gradendo la richiesta di spiegazioni, li avrebbe aggrediti con calci e pugni rubando loro il telefonino cellulare. Miroslav Kokta, 53 anni, originario della Repubblica Ceca e residente a Cagliari, è stato arrestato dagli uomini della Squadra volante della Polizia con l’accusa di rapina, avvenuta nei parcheggi del Cis, a Cagliari. L’uomo dovrà attendere il processo per direttissima agli arresti domiciliari. La coppia se l’è cavata con qualche escoriazione e tanta paura. Lo smartphone è stato restituito al suo legittimo proprietario.

Un'aggressione inaspettata

Erano da poco passate le 20.20 di venerdì quando – secondo la ricostruzione effettuata dalla Polizia - la coppia aggredita si trovava in piazza Madre Teresa di Calcutta (praticamente nei parcheggi del Cis) in attesa di un gruppo di amici con i quali avrebbero dovuto passare una serata in allegria nel chiosco del piazzale.

Mentre aspettavano la comitiva, la donna si sarebbe accorta però che da lontano un uomo si sarebbe messo a scattare delle foto, probabilmente con uno smartphone, proprio nella loro direzione.

A quel punto, l’accompagnatore della donna si sarebbe avvicinato a Miroslav Kokta e avrebbe chiesto delle spiegazioni sul suo gesto. L’uomo avrebbe tirato fuori giustificazioni che non avevano nessun senso e che anzi l’hanno fatto alterare e, in un batter d’occhio, sarebbe saltato addosso al suo rivale facendolo cadere a terra e strappandogli il telefono. La vittima sarebbe però riuscita ad aggrapparsi alle gambe dell’aggressore, che lo ha trascinato per qualche metro, ed è riuscita ad impossessarsi del suo cellulare con il quale ha chiamato il centralino del 113 per chiedere aiuto.

L’arresto

Nel giro di pochi minuti gli agenti della Squadra Volante hanno raggiunto piazza Madre Teresa di Calcutta e, dopo aver sentito le testimonianze e ricostruito i fatti, hanno arrestato Miroslav Kokta che dopo tutto quello che era accaduto, si era tranquillamente accomodato in un tavolino del chioschetto dove stava consumando una bibita.

I migliori video del giorno

L'uomo anche questa volta non avrebbe saputo dare giustificazioni sui motivi del suo raptus.