Episodio sconcertante e Rimini, dove una 17enne è stata violentata nel bagno di una discoteca. Le amiche non solo non l'hanno aiutata ma hanno ripreso l'abuso con gli smartphone. Il video, infine, è stato pubblicato su WhatsApp.

Il video è stato rimosso dal web 

La 17enne aveva bevuto molti alcolici in discoteca. Un ragazzo ha sfruttato il suo stato per portarla in bagno ed abusare di lei. Le amiche della minorenne non ha fatto nulla e non hanno avvisato nessuno. O meglio, qualcosa hanno fatto: quegli attimi terribili sono stati immortalati coi telefonini e sono finiti sulla popolare piattaforma di infranti messaging. A scoprirlo è stata proprio la ragazza stuprata, il giorno seguente.

La 17enne era sotto effetto di sostanze alcoliche quando è stata violentata, quindi ricorda poco di quei drammatici attimi. La ragazzina ha subito raccontato tutto alla madre che, immediatamente, ha sporto denuncia. È già stato aperto un fascicolo per violenza sessuale ed il video prontamente rimosso dal web. 

Lo stupratore è ricercato 

I carabinieri stanno svolgendo le indagini per risalire al violentatore. La 17enne ricorda solo che qualcuno l'ha spinta in bagno e una voce che la esortava a fuggire. Nel filmato finito su WhatsApp, invece, si sente anche ridere: sono le amiche della minorenne.

Secondo alcuni tabloid locali, lo stupro sarebbe avvenuto qualche tempo fa. La 17enne stava trascorrendo una sabato sera  come molti coetanei, in discoteca. A un certo punto, però, la giovane ha iniziato a bere molto alcol fino ad ubriacarsi.

I migliori video del giorno

Un ragazzo l'ha notata e trascinata in bagno per stuprarla. Gli inquirenti stanno cercando di scoprire se la 17enne ha bevuto di sua spontanea volontà o è stata obbligata. È agghiacciante la risata che si sente nel video, quella della ragazza che ha immortalato l'amica durante lo stupro. 

Sembra che la 17enne sia stata stuprata da un ragazzo di origini albanesi. L'uomo è ricercato dalle forze dell'ordine. Le indagini vanno avanti a ritmo serrato. I carabinieri stanno interrogando molte persone.