Virginia Raggi è stanca di tutto. Il neo sindaco di Roma è sbottata sui social pubblicando un post indirizzato alla stampa e a tutti coloro che aspettano un suo passo falso per criticare il suo operato. Virginia Raggi scrive su facebook: "Buongiorno a quei poveri giornalisti che aspettano ore e ore. Cosa vi hanno ordinato di catturare oggi? Un dito nel naso, i capelli fuori posto, mio figlio che magari fa i capricci, per dire che sono una madre snaturata? Mi fate un po' pena, tutta la vita ad aspettare che qualcuno inciampi".

La polemica non si è placata, perché Virginia Raggi ha sollevato un caso che vede contrapporsi il diritto di cronaca alla tutela della privacy.

Così, se c'è qualche giornalista che accusa il neo sindaco di essere la causa di tanto malumore ci sono tanti altri che supportano la Raggi dicendo che in fondo a nessuno interessa una madre che porta il figlio all'asilo. La rete si è letteralmente divisa, tra chi giudica eccessiva la reazione di Virginia Raggi, che da personaggio pubblico dovrebbe conoscere e saper cavalcare determinate dinamiche senza perdere la testa e chi spera che questo circo mediatico si concluda presto per permettere alla donna di dimostrare realmente il suo valore.

Su questa polemica è voluto intervenire anche il presidente del Pd Matteo Orfini, il quale ha dimostrato vicinanza e solidarietà alla Raggi definendo certi giornalisti "imbecilli" , così come Roberto Saviano che sulla sua fanpage ha definito questo accanimento disgustoso facendo presente ai più che a Virginia Raggi è stata imposta una scorta, ossia un servizio di tutela disposto dalla questura di Roma che serve per tutelare la sua persona e il suo operato.

I migliori video del giorno

Saviano ha proseguito dicendo che purtroppo questi attacchi sono frutto di grande ignoranza, visto che molto spesso la gente giudica certi comportamenti senza capirne il motivo o senza informarsi. Fatto vuole che l'eccessiva pressione mediatica ha fatto perdere la testa al neo sindaco. Voi che cosa ne pensate di questa storia?