Gravissimo incidente in uno stabilimento chimico del colosso della Chimica basf, nel quale dopo le ore 11 di questa mattina, una terribile esplosione ha sconvolto tutto l’impianto ed i cittadini che vivono nel vicino centro abitato di Ludwigshafen città tedesca sita nel land della Renania-Palatinato.

Pare che vi siano diversi feriti e dispersi, riferisce la tv tedesca Swr, senza precisare ancora il numero esatto.

La Basf ha immediatamente reso noto di aver interrotto tutte le attività industriali dello stabilimento per ragioni di sicurezza, onde evitare ulteriori incidenti.Sono immediatamente entrate in vigore tutta una serie di misure di sicurezza a causa della gigantesca nube di fumo nero che si è sollevata dalla zona dell’esplosione; i cittadini sono stati invitati a rimanere in casa, chiudere porte e finestre e spegnere tutti gli impianti di aerazione e climatizzazione per non contaminare con eventuali fumi tossici l’aria dei locali in cui si soggiorna.

L’allarme è stato esteso pure alla città di Manheim, sita sulla sponda opposta del fiume Reno, a pochissima distanza quindi, dal luogo del disastro.L’epicentro dell’incidente è stato individuato nella zona del porto fluviale industriale dove vengono spostati gas e liquidi infiammabili dalle navi agli impianti industriali e viceversa.

La Basf ha precisato che la deflagrazione è avvenuta in una zona in cui erano in corso lavori alle condutture che servivano proprio per il trasbordo di queste sostanze, secondo però un'emittente locale, la conflagrazione sarebbe avvenuta su di una nave attraccata in questo porto.

Nella stessa mattina, alle 8 e 30, a Lamperthein in Assia, sempre in uno stabilimento della Basf era avvenuto un incidente quasi analogo in cui lo scoppio di alcuni filtri aveva ferito quattro persone e qui, a differenza di Ludwigshafen non vi è rischio di nubi tossiche ma anche in questo stabilimento la produzione è stata bloccata per evitare ulteriori problemi più gravi.

Sono ora in corso, in tutti e due gli impianti, i soccorsi e seguiranno indagini per stabilire cause e responsabilità degli incidenti.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto