Arriva il primo si del governo all'installazione di telecamere all'interno di asili nido e case di riposo. Ad approvare la legge è stata la Camera dei Deputati con una maggioranza di ben 279 voti favorevoli. Ora passa l'incarico finale al Senato della Repubblica, al fine di discutere e valutarne la definitiva approvazione per poi diventare legge a tutti gli effetti. La discussione di una legge che tuteli le persone indifese come bambini ed anziani, è stata richiesta a gran voce, dopo i ripetuti fatti di cronaca che hanno investito l'italia e che, sopratutto hanno colpito gli ospiti di scuole materne e delle varie case di riposo per anziani.

Maltrattamenti su bambini e sugli anziani

Svariati casi di maltrattamenti in tutta Italia e denunciati dopo numerosi episodi subiti da vittime che non erano in grado di comunicare direttamente, ovvero anziani e bambini. Tra gli ultimi fatti di cronaca salta agli occhi le 18 persone arrestate oggi nel Salernitano, nello specifico ad Acerno, i quali ritenuti dagli inquirenti, carnefici di maltrattamenti nei confronti di numerose persone anziane, ospiti di una Casa di riposo proprio nella cittadina del Salernitano. Ora dovranno rispondere dei loro vili comportamenti dinnanzi ad un giudice e sopratutto dalla fredda cella della casa circondariale.

Una larga maggioranza alla Camera ma con M5S astenuti

L'approvazione della legge ha visto come esito della votazione, 279 voti favorevoli, 22 contrari e 69 astenuti.

La votazione inerente all'approvazione della legge sull'installazione di sistemi di videosorveglianza all'interno di asili nido e case di riposo per anziani. Tra i parlamentari chiamati a decidere sul destino della legge in discussione risultano astenuti i parlamentari in forza la Movimento Cinque Stelle, mentre i contrari in forza al Partito di Sinistra Italiana.

Ora sarà compito del Senato dare l'ultima parola inerente alla definitiva approvazione della legge. I sistemi di videosorveglianza destinati a monitorare le scuole materne e le case di riposo per anziani dovranno essere prettamente del tipo a "circuito chiuso".

Segui la nostra pagina Facebook!