Tra i comuni di Foligno e Nocera Umbra ci sono a disposizione oltre 700 casette in legno disabitate che sono state utilizzate per accogliere gli sfollati del Terremoto che nel 97 colpi quei luoghi. Queste case si trovano in perfette condizioni in quanto ogni anno vengono spesi all'incirca 170.000 euro per la manutenzione che comprende anche la tinteggiatura dell'intera struttura. Durante l'estate alcune vengono anche affittate, quindi sono abitabili al 100%. Ogni casetta ha due camere da letto, un bagno, cucina, sala da pranzo e possono ospitare comodamente 5 persone. Si tratta comunque di prefabbricati quindi possono essere smontate, trasportate e rimontate. 

A 20 km gli sfollati restano in strada.

La domanda che in molti si sono posti è perché queste case devono restare disabitate quando a soli 20 km ci sono degli sfollati.

Dopo il sisma che ha colpito il centro Italia sono migliaia le persone rimaste senza casa e costrette ad andare a vivere in hotel lontano dal loro paese, oppure nelle tende chi non ha voluto lasciare incustodito il borgo. Lo stato per ogni persona in hotel paga 45 euro al giorno e per le nuove case in legno che accoglieranno gli sfollati dalla prossima primavera, solo per acquistarle ha speso oltre il miliardo di euro. Una bella cifra ma lasciando perdere il costo e pensando all'urgenza quelle casette disabitate a qualche chilometro possono ospitare circa 3.000 persone, oltre la metà degli sfollati di Norcia.

Nessuno ne parla ma gli sfollati cosa ne pensano?

A occuparsi di questo caso ci hanno pensato le Iene, il famoso programma Mediaset. Durante il loro servizio sono andati a Norcia per domandare agli sfollati se erano a conoscenza delle casette disponibili, chiaramente nessuno li aveva avvisati.

I migliori video del giorno

Molti hanno riferito all'inviata delle Iene che stare in una tenda quando a 20 km si trovano delle casette già belle pronte non è il massimo, di sicuro il Governo può fare di più. Chi non ha voluto lasciare le tende perché gli hotel sono troppo distanti accetterebbe volentieri una casa un case in legno li vicino.