Nell'ultima puntata del noto programma mediaset Pomeriggio 5, Barbara D'Urso è tornata a parlare del caso di Elena Ceste (37 anni al momento della morte), la donna scomparsa da Costigliole D'Asti il 24 Gennaio di due anni fa e ritrovata morta alcuni mesi dopo. Il marito di Elena, Michele Buoninconti (47), è stato condannato l'anno scorso a 30 anni di reclusione per l'omicidio della consorte, perdendo inoltre la possibilità di vedere i figli, che sono stati affidati ai nonni materni. 

Elena Ceste: fu davvero uccisa?

Michele Buoninconti, condannato a 30 anni per l'omicidio della moglie Elena Ceste, non ha mai ammesso di aver fatto del male alla consorte.

Secondo la Procura, Michele uccise Elena soffocandola. Il Buoninconti, invece, ha sempre raccontato che sua moglie, quella fredda mattina del 24 Gennaio 2014, sarebbe uscita da casa in piena crisi, nuda e senza occhiali, per dirigersi verso la piana; sarebbe infine morta accidentalmente finendo nel Rio Mersa. E se Elena non fosse stata realmente uccisa? Se fosse morta per cause accidentali? Quale percorso potrebbe aver fatto quella mattina?

Elena Ceste: le due ipotesi

Come è stato esplicato nella puntata di Pomeriggio 5 di oggi, ci sarebbero due ipotesi alternative all'omicidio di Elena Ceste. In primis, la donna potrebbe aver percorso pochi metri dalla sua abitazione, attraversando il frutteto all'interno del giardino di casa sua, per poi finire nel canale poco distante da casa sua. Elena, in preda alla crisi, si sarebbe dunque nascosta nel canale a poca distanza da casa, per poi morire per cause accidentali.

I migliori video del giorno

Il suo corpo in seguito potrebbe essere stato trasportato dalle intemperie, direttamente al Rio Mersa, tramite un varco di cemento. C'è poi la seconda ipotesi, secondo la quale, la donna potrebbe aver fatto un altro percorso. Elena avrebbe attraversato dei campi, per poi camminare lungo una strada sterrata, alle spalle dell'abitazione dei Rava, vicini di casa di Elena e Michele. La donna, giunta presso il canale, avrebbe sbattuto la testa, finendo in esso e fratturandosi il coccige, come peraltro riportato dall'autopsia. Le piogge avrebbero successivamente trasportato il corpo fino al Rio Mersa. Per aggiornamenti su questa ed altre notizie di cronaca, cliccate Segui