Cerignola - La scorsa notte un autobus delle linee Marozzi, partito da Taranto e destinato a Roma, è stato bloccato nei pressi del comune di Cerignola, in provincia di Foggia, ed assalito da quattro malviventi che hanno rapinato numerosi passeggeri prima di dileguarsi senza lasciare traccia. Sull'incredibile disavventura indagano i carabinieri della compagnia di Taranto, prontamente intervenuti. 

L'episodio, che sembra essere uscito dalle pagine del brigantaggio, pare non abbia precedenti.

Il bus, di quelli a due piani, contenente una sessantina di passeggeri, aveva fatto sosta nella stazione di servizio di Canosa, dalla quale era ripartito in direzione di Foggia ma giunto nei pressi di Cerignola l'autista è stato costretto a fermarsi perché il transito era ostruito dalla presenza di due autoveicoli, un suv e una Audi di grossa cilindrata, dai quali sono scese quattro persone che sono entrate in azione con il volto coperto dal passamontagna: mentre due facevano da palo le altre due sono salite sul bus ed hanno aggredito l'autista e l'assistente, colpendo il primo con il manico della pistola e tenendo il secondo sotto la minaccia delle armi per evitare che potesse chiamare le forze dell'ordine. 

Tutto si è svolto con rapidità, i malviventi, favoriti dal momento di shock che ha travolto i passeggeri, sono riusciti a farsi consegnare i cellulari ed i portafogli degli occupanti il primo piano senza riuscire a salire al secondo piano perché durante la rapina sono stati disturbati dall'arrivo di un tir che ha iniziato a lampeggiare per comprendere le ragioni per le quali le automobili erano "parcheggiate" a pettine sulla carreggiata e l'autobus era bloccato subito dietro.

I rapinatori sono così risaliti sulle due automobili e sono fuggiti dileguandosi nel buio.

Sul posto sono giunti i carabinieri che hanno proceduto ad effettuare le verifiche di rito e subito dopo gli autisti ed ognuno dei passeggeri hanno presentato la denuncia presso la compagnia carabinieri di Taranto. In passato talvolta alcuni automobilisti hanno denunciato di essere stati inseguiti o rapinati da malviventi sbucati all'improvviso dal ciglio della strada, ma nella zona nessuno ricorda che sia stato mai bloccato un autobus con sessanta passeggeri a bordo.