Il via libera da parte del giudice è arrivato poco prima che la ragazzina morisse. L'adolescente britannica, appena 14enne, era malata di Tumore in fase terminale. Una vita intera ancora tutta da vivere. I sogni spezzati durante gli anni più felici e sereni della sua vita e un desiderio ancora da esprimere con la speranza che non sia l'ultimo: essere ibernata dopo il suo decesso affinché un giorno, qualora si trovassero delle cure per la sua malattia, possa essere risvegliata. Non importa quando. "Anche tra 100 anni - scrive la ragazza - datemi una possibilità".

La decisione del giudice

Peter Jackson, giudice dell'Alta Corte di Londra, è riuscito a prendere una decisione pochissimo prima che l'adolescenza venisse a mancare. Il verdetto risale ad ottobre ma, come riportato dalla Bbc, è stato volutamente reso pubblico solo a ibernazione avvenuta. Il corpo della ragazza è stato ibernato negli Stati Uniti tramite la criogenesi o meglio, attraverso la tecnologia di crioconservazione.

Ibernazione, fanstascienza o realtà?

Fantascienza come nel film Vanilla Sky con Tom Cruise protagonista? No. L'ibernazione o la crioconservazione sono realtà ma in base alla legge vigente se ne può fare uso solamente post-mortem. I motivi che spingono verso questa scelta possono essere diversi. Un male incurabile e la speranza che in un futuro, grazie alla ricerca, ci possa essere una cura che riesca a guarirlo (come nel caso della 14enne inglese).

Ma anche una chance per una seconda vita o ancora l'esperienza di un viaggio nel tempo. Le questioni etiche e legali impongono che il congelamento avvenga solo dopo la morte, tra il blocco del battito cardiaco e la morte cerebrale, con la speranza che le strutture nervose si possano conservare intatte. Ad oggi non è possibile 'risvegliare' il corpo da questo 'letargo forzato' ma, secondo i sostenitori, in futuro tutto questo sarà possibile.

ll tempo del congelamento non dovrebbe determinare un invecchiamento consentendo di risvegliarsi con lo stesso corpo e l'età biologica di quando è avvenuta l'ibernazione.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto