Sembra che nessuno voglia acquistare le auto blindate usate dall'ex governatore della Lombardia Roberto Formigoni, recentemente balzato agli onori della Cronaca perché condannato per corruzione. Si tratta di modelli particolari, che costano molto, quindi non proprio adatti a persone normali. L'attuale governatore lombardo, Roberto Maroni, aveva tentato di vendere le potenti automobili ma nessuno si era fatto avanti. Adesso tali veicoli verranno donati alla Polizia.

Un'auto blindata era stata usata da Helmut Kohl

La Regione Lombardia voleva alienare i mezzi blindati usati da Maroni quando era governatore ma nessuno li ha voluti acquistare.

Perché? Avrà influito la recente condanna per corruzione? Forse. Visto che nessuno vuole le vetture dell'ex governatore lombardo, una Lexus LS 600H e una BMW 760i, la Regione ha pensato di concederle in comodato d'uso gratuito alla questura di Varese. Si tratta di veicoli potenti e costosi: sembra che la BMW costi 270.000 euro e venne usata anche da Helmut Kohl, ex cancelliere tedesco. La potente vettura bavarese è blindatissima e resiste addirittura alle mine antiuomo.

Dopo l'avvento di Roberto Maroni al Pirellone, la Regione ha tentato di vendere le auto blindate di Maroni ma ogni asta è andata deserta. Quelle vetture sono pesanti, consumano molto e hanno 'macinato' molti chilometri. Cosa fare allora con tali veicoli? La Regione ha pensato di donarli alla Polizia, precisamente alla questura di Varese.

I migliori video del giorno

Sul sito della Regione Lombardia si legge che le auto blindate usate da Formigoni serviranno a trasportare giudici o persone che corrono pericoli.

La giunta Formigoni spendeva molto per le auto blindate

Durante la giunta Formigoni non si registrò un calo delle auto blu, nonostante il governatore avesse assicurato una riorganizzazione del parco auto a disposizione della Giunta. Il costo annuo di noleggio dei 12 veicoli di rappresentanza in Lombardia era pari, 4 anni fa, a 192.000 euro. L'allora capogruppo dell'Italia dei Valori, Stefano Zamponi, osservò che il parco auto della Giunta lombarda 'dimostra che per Formigoni e compagni ridurre i costi della politica non è una priorità'.